Mps Apre in Rialzo Dopo Piano e Stress Test, Giornata Ricca di Dati Macro

mps

La Bce ha approvato il piano di risanamento di Banca Monte dei Paschi di Siena, che prevede la cessione di tutte le sofferenze e un aumento di capitale da 5 miliardi attraverso operazioni di mercato. L’istituto senese è risultato il peggiore nello stress test effettuato dall’Eba.

Sguardo al mondo

Due persone sospettate di stare preparando un attentato sono state arrestate dalla polizia a Tolone, nel sud della Francia, su un Tgv diretto da Nizza a Parigi.

La candidata democratica alle elezioni presidenziali Usa Hillary Clinton ha ufficialmente accusato i servizi segreti russi di aver rubato email e dati all’interno dei server del comitato che guida i Democratici americani.

Migliaia di turchi sono scesi in piazza in Germania, a Colonia, per manifestare a sostegno del presidente Erdogan.

In Italia

La Bce ha approvato il piano di risanamento di Banca Monte dei Paschi di Siena (a cui l’Ue ha dato il suo benestare), che prevede la cessione di tutte le sofferenze e un aumento di capitale da 5 miliardi attraverso operazioni di mercato. L’ufficializzazione è arrivata poche ore prima che la banca risultasse la peggiore nello stress test effettuato dall’Eba con un Cet1 negativo di 2,44% nel caso di scenario avverso. Un intervento pubblico avrebbe fatto scattare le nuove norme europee sui salvataggi bancari che impongono di colpire azionisti e obbligazionisti prima di utilizzare soldi dei contribuenti. Il consorzio per l’aumento è composto, oltre che dai global coordinator e advisor Jp Morgan e Mediobanca, da Goldman Sachs, Santander, Citi, Credit Suisse, Deutsche Bank e Bofa Merrill Lynch.

Economia e Mercati

Analisti e investitori hanno avuto il fine settimana a disposizione per soppesare l’esito degli stress test di venerdì sera: secondo l’Eba Monte dei Paschi di Siena è stata l’unica italiana a non passare il test: è la banca meno solida d’Europa, anche se ora ha ottenuto il via libera Ue e Bce al piano di aumento e cessione delle sofferenze. Promosse invece Intesa Sanpaolo, UniCredit, Ubi e Banco Popolare.

L’economia Usa è cresciuta nel secondo trimestre dell’1,2%, molto meno del +2,6% atteso dagli analisti.

In Giappone l’attività manifatturiera ha mostrato una nuova contrazione a luglio, ma a un ritmo inferiore rispetto ai mesi precedenti. Il Pmi manifatturiero è cresciuto a 49,3 dalla lettura preliminare di 49 e il 48,1 di giugno. La soglia di 50 separa contrazione da espansione.

In Cina l’indice Pmi sul comparto manifatturiero a luglio si è attestato a 49,9, leggermente al di sotto delle attese e di giugno, mentre l’analogo indice elaborato da Caixin — sempre a luglio – supera le attese (48,7) portandosi a 50,6.

Borse

L’azionario asiatico viaggia sul livello più alto da circa un anno dopo i deludenti dati sul Pil americano che riducono le aspettative su un rialzo dei tassi di interessi nei prossimi mesi.

Tokyo ha chiuso la prima seduta di agosto in lieve rialzo: l’indice Nikkei ha guadagnato lo 0,4% a 16.635,77 punti, dopo esser sceso fino a quota 16.319,15 punti.

Piazza Affari apre in rialzo. Il Ftse Mib guadagna l’1,4% a 17.074 punti, sostenuto dalle banche dopo l’esito degli stress test. Mps guadagna il 6,1% a 0,32 euro in avvio, dopo l’edito degli stress test e il piano di rilancio.

Obbligazioni

Il differenziale di rendimento tra il decennale italiano e la controparte Bund si è attestato venerdì sera in chiusura a 126 punti base.

Valute & Commodities

Dollaro ancora segnato dalla lettura inferiore alle attese sul Pil del secondo trimestre, mentre si ridimensiona il recente recupero dello yen dopo la mossa molto meno espansiva del previsto decisa venerdì da Banca del Giappone. Ben intonata la sterlina, che guarda alla prossima riunione di Bank of England.

Occhio al dato 

In arrivo gli indici Pmi manifatturieri finali di luglio in Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna e a livello di zona euro, oltre che negli Stati Uniti.

In Italia, il Ministero dei Trasporti pubblica i dati sulle vendite di auto a luglio.

Dagli Usa occhio anche alle spese per costruzioni a giugno e all’indice Ism manifatturiero di luglio.