OMG: Gli Slang di Internet Invadono i Dizionari

omg
Gli slang nati su internet si stanno infiltrando nella lingua parlata. Il fenomeno – che sta allarmando linguisti e accademici – si sta verificando soprattutto in Gran Bretagna e Stati Uniti; per l’Italia, è solo questione di tempo. Uno dei dizionari più rispettati d’America, il Merriam-Webster, ha incluso, tra le proprie pagine, la parola “meme“, che riferisce a un contenuto del mondo del web. Non finisce qui: il colosso della lingua, ha riportato anche altre parole, tra cui WTF, emoji e photobomb. Ai più, il fatto potrebbe sembrare incredibile e scorretto, ma si tratta semplicemente di stare al passo coi tempi. Nel 2011, fece scandalo l’Oxford English Dictionary, che pubblicò la parola LOL e OMG nella nuova edizione; oggi, sono due parole come tante, semplici altre. Una cosa è però certa: internet sta segnando profondamente le nostre vite. Se il timore vi assale, nel pensare a questi avvenimenti, senza dubbio le parole della glottologa Anne Curzan vi renderanno meno preoccupati.