Il Papà della Birra Corona Rende Un Paese Milionario

corona

Antonino Fernández, il miliardario che aiutò a crescere Grupo Modelo, la birreria che produce la famosa birra Corona, ha lasciato in eredità la cifra di 210 milioni di dollari agli 80 residenti del piccolo paese spagnolo di Cerezales del Condado, nel quale nacque 99 anni fa.

Grazie alle sue ultime volontà, il paese verrà inoltre dotato di un nuovo centro culturale, e un’organizzazione senza scopo di lucro che impiega 300 persone riceverà una donazione. Ogni singolo abitante di Cerezales del Condado si è visto donare dal magnate, morto lo scorso Agosto, più di due milioni di dollari.

Fernández nacque in un’umile famiglia del León, nella Spagna nord-occidentale. Abbandonò la scuola a 14 anni in quanto i suoi genitori non potevano permettersi di pagare l’iscrizione.

Immigrò in Messico nel 1949, ma non dimenticò mai le sue radici: dopo aver sposato sua moglie in Spagna, tornò in Messico, dove iniziarono a lavorare per la birreria dello zio di lei, appunto Grupo Modelo. Nel 1971 divenne il CEO della birreria, la cui birra divenne una delle più popolari al mondo: oltre ad essere la birra più venduta in Messico, Corona Extra è la seconda birra d’importazione più venduta negli Stati Uniti.

Fernández ha ricevuto onori dal Re di Spagna in persona, allora Juan Carlos di Borbone, per il suo impegno nelle cause umanitarie: una delle sue ditte, Soltra, impiega quelle persone che nella sua provincia natale sono affette da disabilità. Una ditta simile, il cui nome – Cinia – è lo stesso di sua moglie, impiega i disabili della provincia messicana di Puebla.

Ha inoltre fondato la Fundación Cerezales Antonino y Cinia proprio in Cerezales del Condado, che  sostiene e supporta gli abitanti del paese in cui nacque.