Perché Siamo Dipendenti dalle Serie TV

serie tv

Il fumo si leva dal sigaro, danzando e disegnando flebili spiragli grigi; una seconda nuvola di fumo esplode dalle labbra dell’uomo, avvolgendo il suo viso e disegnando una maschera demoniaca. Una collana d’oro brilla oltre la cortina di fumo, ciondolando, mentre l’uomo si adagia sulla poltrona e mi osserva.

Molto probabilmente sta pensando a come uccidermi; sento un brivido gelido farsi strada sotto la mia pelle.

Eppure, vi è uno scudo impenetrabile, tra me e quell’uomo; sono le tre passate, è una notte d’inverno ed io lo sto osservando attraverso uno schermo televisivo.

I “Sopranos” andarono in onda per la prima volta nel 1999, definendo una nuova evoluzione nella narrativa televisiva, ridisegnando i limiti di quello che fosse possibile ottenere; negli anni successivi, le serie TV hanno visto una crescita esponenziale, in termini di budget, di livello artistico, di impegno profuso e di spettatori raggiunti. Una crescita senza precedenti che ha portato nelle case di milioni di spettatori i pensieri, le azioni, le gioie ed i demoni di Tony Soprano, Walter White, Frank Underwood.

Soprano