Perché un Designer è più Creativo di un Ingegnere?

creatività

La creatività identifica la capacità di generare nuove idee. Ci sono mestieri dove è fondamentale riuscire a creare qualcosa di nuovo e unico. Gli artisti, per esempio, per riuscire a emergere sono portati a ideare composizioni che non siano già state pensate o realizzate. Molte volte si crede che questa predisposizione sia esclusivamente innata, in verità non è così. Le diverse professioni tendono a incrementare o limitare l’uso della creatività. Funziona un po’ come un muscolo che con l’esercizio diventa più forte. Avete per caso degli amici che hanno studiato design e vi sembrano molto più creativi dei vostri amici ingegneri? Non è un caso, i loro studi hanno avuto un impatto sulla creatività.

cervelloLa struttura dell’insegnamento nelle diverse discipline ha due caratteristiche che determinano la propensione alla creatività: gli incentivi e la cultura. L’incentivo viene stabilito dal premio finale nel compiere un’azione. Per uno studente può essere rappresentato dal voto di un esame, per un professionista il successo. Quindi più serva la creatività per raggiungere questi scopi tanto più sarà sviluppata una mente predisposta a soluzioni nuove. La cultura è data da come è percepito il nuovo per il singolo e la comunità di persone in cui si è immersi. Proporre alla propria famiglia di diventare uno youtuber di professione genererà una reazione diversa rispetto alla stessa proposta alla tua cerchia di amici. Ecco che in base a queste condizioni il “muscolo” della creatività verrà più o meno sollecitato. Prendiamo come esempio la costruzione di un ponte. Un ingegnere verrà valutato sulla sicurezza e resistenza della struttura. La componente creativa sarà minima o assente, mentre per un designer mancare di creatività può significare un fallimento. Per cui ogni professione attraverso gli incentivi e la cultura limita o favorisce la creatività. L’esempio dell’ingegnere e designer sono casuali, ma se facessimo una scala della creatività potremmo posizionare tutte le discipline. Questo non significa che una persona non possa essere creativa indipendentemente dall’ambito. Di sicuro i grandi inventori della storia avevano una grande capacità creativa. Albert Einstein fu rifiutato dall’Università di Berna per la posizione di dottorato perché le sue teorie erano ritenute “more artistic than actual physics”.

Inoltre, la predisposizione naturale della personalità gioca un ruolo importante. È più probabile che una persona creativa scelga una professione dove la creatività venga incentivata. Per cui dire che in media un designer è più creativo di un ingegnere non è sbagliato e la colpa non sarebbe nemmeno solo del singolo, ma della professione.

Un ottimo escamotage per un colloquio di lavoro, no?