Il Prezzo del Petrolio Scende: Questione di Domanda e Offerta oppure Complotto?

petrolio

Mentre sto scrivendo, il prezzo del petrolio quota alla borsa di New York circa 43 dollari al barile, circa il 70% in meno rispetto ai livelli registrati nel 2014. Passerà ancora molto tempo prima di vedere valori sui 100 dollari, come ci eravamo abituati da 10 anni a questa parte. I prezzi attuali hanno determinato una crisi del settore molto pesante, che non si vedeva dagli anni novanta.

petrolio

Essendo il petrolio una commodity (prodotto medesimo indipendente da chi lo produce) che ha una grande rilevanza per l’attività economica, dobbiamo porci alcune domande per cercare di capire le vere determinanti del prezzo e chi si avvantaggia o meno con questi valori. Il prezzo di qualsiasi bene o servizio è determinato dalla domanda e dall’offerta.

Dal lato dell’offerta, la produzione di petrolio negli Stati Uniti è raddoppiata negli ultimi anni. Ciò ha comportato una diminuzione delle importazioni. Di conseguenza, i produttori nigeriani, algerini e sauditi si sono rivolti verso il mercato asiatico per cercare di vendere ciò che gli americani non compravano più. L’alternativa alla pressione al ribasso dei prezzi sarebbe potuta essere una politica di riduzione estrattiva, tuttavia sia la Russia, che il Canada, che l’Iraq hanno continuato, tranne per brevi periodi, a far andare i loro impianti allo stesso ritmo.