Il Declino dell’iPhone

iphone

L’iPhone, anche se è il prodotto più importante e conosciuto di Apple, ha registrato un calo di vendite per ben tre trimestri consecutivi dall’inizio del 2016.

Apple non aveva mai registrato un calo di profitti in 15 anni di attività, calo che sembra continuare nonostante la presentazione di iPhone 7 sia avvenuta nel settembre 2016.

La maggior parte degli analisti della società di Cupertino però prevede un aumento di guadagno nell’ultimo trimestre del 2016, aumento dovuto agli acquisti del periodo natalizio e la crescente domanda di iPhone 7 Plus proveniente dagli Stati Uniti. Ma un breve periodo di crescita fermerà il calo di vendite di iPhone?

No. Ming-Chi Kuo, analista di KGI Securities, prevede infatti che Apple tornerà a registrare un declino delle vendite di iPhone a partire dal primo trimestre del 2017.

ha dichiarato l’analista con una nota pubblicata il 4 novembre su Business Insider.

“Stimiamo un totale di ordini di iPhone per il primo trimestre del 2017 di 40-50 milioni di unità, inferiori ai 51.2 milioni di unità del primo trimestre del 2016. Prevediamo, inoltre, che il totale di ordini di iPhone raggiungerà 35-40 milioni di unità nel secondo trimestre del 2017, registrando cosi un ordine totale inferiore se paragonato alle 40.4 milioni di unità invece spedite nel secondo trimestre del 2016” ha detto Kuo.

L’analista conferma anche alcune “voci di corridoio”: sembra che Apple stia spingendo fornitori e produttori a ridurre le spese di produzione. Pettegolezzi che sembrano confermati dalle ricorrenti proteste che hanno visto protagonisti i fornitori di Apple negli ultimi 6 mesi, non contenti di essere pagati meno.

La strategia di Apple sembra quindi essere quella di rafforzare le proprie entrate diminuendo le spese di produzione per componenti come RAM e schermo.

“Pensiamo che i produttori di componenti per iPhone abbiano dovuto affrontare forti pressioni da parte dell’azienda per ridurre i prezzi di produzione. Le riduzioni di prezzo potrebbero iniziare a novembre o dicembre 2016, trascinando verso il basso i costi delle linee di produzione” ha concluso Kuo.

Una diminuzione dei costi di produzione renderebbe quindi impossibile la realizzazione di un modello di iPhone SE nel 2017. Il modello SE, smartphone che presenta stesse performance del modello madre ma con materiali più economici, era già stato realizzato precedentemente dopo il rilascio di iPhone 6. Molti avevano ipotizzato il rilascio di un nuovo modello SE anche dopo iPhone 7 ma i tagli ai prezzi di produzione sembrano smentire la notizia.

Se i prezzi contenuti di produzione non risolleveranno l’azienda, Apple può solo stringere i denti fino alla presentazione di iPhone 8, con la speranza che il nuovo modello di iPhone registri un totale di ordini maggiore rispetto al 2016.