“Quando i Bit Feriscono Più della Spada”: il Rischio Informatico in Azienda

Prevenire le mosse degli hacktivisti

Turning the map around è il concetto figurativo adoperato, in gergo militare per indicare le prime strategie per fortificare la propria posizione. Nell’information security management e delle cyber war, occorre quindi prevenire le mosse del proprio avversario. Come? Un buon sistema può essere dato, si evidenzia nel report, “dall’utilizzo di sistemi di intelligence e analytics per individuare il percorso delle principali minacce, in modo da focalizzare l’attenzione soltanto sugli incidenti e gli attacchi più importanti rivolti alla propria organizzazione, dando priorità a quelli che maggiormente possono minare la continuity di business”. Inoltre appare centrale l’applicazione di un paradigma di cyber threat intelligence che può diventare motore per rendere dinamica la gestione del rischio in un’organizzazione. Anche effettuare un inventario costante dei propri asset può risultare fondamentale. Attività di intelligence permettono, infine, di poter recuperare, specialmente all’interno di aziende del settore finanziario, dati usciti illecitamente dall’azienda tramite frodi informatiche. E’ così che la spesa in sicurezza può trasformarsi in investimento. Ma affinché questo scenario diventi una realtà concreta servono i giusti investimenti e le giuste decisioni in termini di strumenti, persone e competenze.