Quanto è Dura la Prigione in Corea del Nord?

corea del nord 2

La mattina del processo il ragazzo era apparso piuttosto scosso, barcollante e spossato. Da quel giorno, nessuno, nemmeno i famigliari, ha più avuto notizie dello studente. Fino allo scorso 13 giugno quando, grazie a negoziati segreti tra il governo di Trump e quello di Kim-Jong-un, Warmbier è stato rilasciato.

Le condizioni fisiche dello statunitense sono però critiche: è gravemente malato e in stato di coma. Non sono state rilasciate ulteriori informazioni dai servizi segreti americani ma la salute dell'ex carcerato è la testimonianza dei soprusi subiti in penitenziario.

La Corea del Nord aveva impedito al consolato della Svezia, istituzione che fa da collegamento tra americani e nordcoreani, di incontrare Warmbier o avere notizie riguardo le sue condizioni mediche durante tutto il periodo di reclusione.

Bill Richardson, l’ex governatore del New Mexico e per diversi anni importante negoziatore con Pyongyang, ha dichiarato che Warmbier è in stato di coma da un anno. Inoltre, secondo informazioni trapelate dall'intelligence, il ragazzo sarebbe stato ripetutamente picchiato. Potrebbe anche aver contratto il botulismo, una malattia causata dall'ingestione di alimenti nei quali è presente una particolare tossina, ed essere stato costretto alla somministrazione di sonniferi, medicinali che lo avrebbero poi condotto allo stato di coma attuale.

ALTRI CASI DI PRIGIONIA

Nel dicembre del 2012, il governo della Corea del Nord aveva arrestato il missionario cristiano Kenneth Bae con l'accusa di "comportamenti ostili alla repubblica". L'uomo di chiesa aveva visitato già diverse volte il Paese ma nel 2012, durante una perquisizione, un disco rigido con materiale religioso ha reso l'arresto immediato.

Il Cristianesimo, infatti, anche se accettato ufficialmente dalla legislazione nordcoreana, viene invece ufficiosamente perseguitato da diversi anni. Basti pensare che in tutto il territorio nazionale sono presenti solo quattro chiese di religione cristiana, tutte sottoposte a controllo da parte del regime.

kennet bae
Per questo "crimine", Bae è stato condannato a 15 anni di lavori forzati ed è stato rilasciato solo con il peggioramento della sua salute, proprio come con Warmbier.
Dopo la sua liberazione, il missionario ha scritto e pubblicato nel 2016 Not Forgotten: The True Story of My Imprisonment in North Koreaun diario dove descrive il periodo trascorso nelle carceri del regime.

Stando a quanto riportato nelle pagine del libro, Bae è stato sottoposto tutti i giorni per le prime quattro settimane di reclusione a molte ore di interrogatorio, dalle 8 di mattina fino alle 11 di sera circa. Lavorava in miniera o in una fattoria, trasportava carbone o spaccava pietre. La colazione era servita ogni mattina alle 6, poi veniva trasportato sul luogo di lavoro dove vi restava dalle 8 alle 18.

Amnesty International da diversi anni analizza le immagini aeree dei campi di prigionia: uno dei più grandi supera ben tre volte le dimensioni di Washington DC, con una capienza di circa 20.000 detenuti.

carcere nord corea

Attivisti dell'organizzazione non governativa riferiscono inoltre di aver parlato con ex ufficiali della prigione: i detenuti, non solo sono costretti a torture psicologiche, devono anche scavare fosse per la propria sepoltura. Il militare ormai in pensione ha dichiarato: "i corpi delle vittime sembrano scomparire".

Anche se la dittatura di Kim-Jong-un cerca di nascondere i soprusi e tenere i suoi cittadini dentro una campana di vetro, le poche informazioni trapelate dai casi dei due ex detenuti sono ancora una volta la testimonianza di come i diritti dell'uomo non devono essere dati per scontati. Ci sono ancora stati al mondo, la Corea del Nord uno di essi, che annullano la vita dell'uomo pur di ostentare potere.