Quello che gli Investitori Cercano in una Startup

startup 2

Cercare degli investitori che credano nella vostra startup è davvero difficile, soprattutto se non avete mai avuto successo nel trovarli prima. Sapere cosa gli investitori  cercano è fondamentale, può decretare il successo o il fallimento di una stratup. Negli ultimi mesi molti investitori, fra i quali Dave McClure (founder di 550 Startups) e Ben Horowitz ( co-founder di Andreessen Horowitz), hanno condiviso quello che cercano in una stratup su Product Hunt LIVE Chat community. Da queste dichiarazioni si evince cosa gli investitori americani cercano in una Startup e quindi come convincerli ad investire in un progetto. Ecco alcuni consigli utili per trovare degli investitori che credano nella vostra idea.

L’Imprenditore

Secondo Semil Shah, investitore di Haystack Fund, prima di decidere se credere in una Startup, la prima cosa da fare è controllare il passato di un imprenditore per vedere se c’è connessione fra quello che ha fatto nella sua vita e quello che propone oggi. Per Ashton Kutcher, attore e investitore di Sound Ventures, le qualità fondamentali che rendono un imprenditore credibile sono: la grinta, l’abilità comunicativa, la flessibilità e la tenacia. Secondo Ashton Kutcher, quando si propone la propria idea ad un investitore, bisogna andare dritti al punto senza troppi accorgimenti retorici. Brad Feld, Managing Director di Foundry Group, afferma che ciò che lo convince a credere in un imprenditore è quanto è ossessionato dal prodotto che sta creando, se l’imprenditore crede di essere al mondo per realizzare quel prodotto allora bisogna credere in lui.

Il Team

Il team è sicuramente uno dei fattori principali che decretano il successo o il fallimento di una Startup. Per Hunter Walk, Partner di Homebrew, un fattore chiave per il successo di un business è la capacità di immaginarsi a lavorare su un solo progetto per almeno i prossimi 10 anni, se si è circondati di persone che non credono abbastanza nel progetto bisogna sbarazzarsene immediatamente. Secondo David Pakman, Partner di Venrock, ciò che più convince ad investire in una startup early stage è la qualità del team perché ci vogliono fra i 6 e i 10 anni prima di vedere dei risultati. Mark Suster, General Partner di Upfront Ventures, alla domanda: “Dicci, in una sola riga, qual è la cosa che ti convince ad investire in una startup”, ha risposto: Team, team, team, mercato, team.

L’esperienza

L’esperienza non sempre è una qualità aggiunta, secondo Josh Kopelman, Partner di First Round Capital, in alcuni casi la conoscenza del settore può essere un ostacolo, chi è veterano di una certa industria difficilmente riesce ad innovarla, esempi tipici sono AirBnb, Uber e Amazon. Ciò che più ha sorpreso Jessica Livingston, Cofounder di Y Combinator, è che i founder che hanno fondato grandi aziende non sono andati tutti all’università, ma soprattutto che i bravi founder sono delle brave persone dal punto di vista etico che affrontano con spirito critico i loro problemi. Per Josh Elman, Partner di Greylock, ciò che hanno in comune aziende come Facebook, Twitter e Linkedin è che non solo i loro fondatori hanno sempre creduto di poter fare la differenza ma soprattutto si sono basati sempre su attente analisi dei dati e non su opinioni personali.

Per quanto riguarda i canali attraverso i quali trovare opportunità di investimento, David Pakman, Partner di Venrock, ammette che si preferiscono sempre dei contatti fidati ai post sui social. Più in generale, Brad Feld, Managing Director di Foundry Group, consiglia di non perdere troppo con ciò che non ci ossessiona perché non basta essere dannatamente bravi, bisogna nutrire una certa passione, anzi ossessione per il prodotto che si cerca di creare.