Usa, Meno Soldi alle Top Universities e Meno Debiti per gli Studenti: Arriva la “Luxury Tax”

Le donazioni vengono utilizzate per gli usi più disparati. Yale ha costruito una replica in scala 1:1 dell’astronave Entreprise per i suoi studenti, la Kellogg offre ai suoi studenti la prospettiva di godere di una “vista magnifica sulla skyline di Chicago e sul lago Michigan” dal nuovo edificio costruito su un importante punto panoramico. La stessa Harvard Business School offre ai suoi studenti caffè da macchinette Nespresso situate ogni 10 metri in tutta la scuola e sushi gratis. Tuttavia, oltre a questi interventi "di facciata", le endownment sono in grado anche di sbilanciare il peso delle singole università nella ricerca del personale e degli studenti migliori. Di solito, questo obiettivo viene raggiunto permettendo di abbassare, se non addirittura annullare, il costo della retta per studenti meritevoli, ma non in grado di permettersi i costi esorbitanti di uno student loan. Ad esempio, la donazione di Kevin Griffin è dedicata a borse di studio per studenti meritevoli. Tuttavia, il sistema di incentivazione fiscale tuttora presente negli Stati Uniti va a premiare un’allocazione di risorse private verso università che hanno già disponibilità elevate, distogliendole da altre università pur prestigiose, ma con meno capacita di attrarre donazioni.

Numeri alla mano, Harvard Business School ha già raccolto più di 1 mliardo di dollari, surclassando i rivali della Columbia University con “solo” $500 milioni. La Kellogg con un “misero” $350 milioni. Inoltre, sembra che il patrimonio totale di HBS si attesti attorno ai $32bn, rendendola la più grande fondazione americana per gestito. Yale, ad esempio, conta circa la metà del patrimonio della cugina. Analizzando la destinazione di una donazione come quella di Kevin Griffin si può intuire una distorsione nel sistema delle business schools americane nel loro complesso. Difatti, ad Harvard gli studenti provenienti dalla classe media già le tasse non le pagano, se meritevoli, mentre in altre università gli studenti faticano a pagarsi gli studi con la bolla creata dagli students loans. Come riportato dal Boston Report, famiglie con un reddito fino a $65000 non pagano nessuna tassa. Famiglie fino a $150000 pagano tra lo 0 e il 10% del loro reddito. Nel complesso, il 60% degli studenti riceve aiuti finanziari. Sembra, quindi, che università che non ne hanno bisogno, come HBS, siano capaci di attrarre risorse che vengono distolte da utilizzi più efficienti in altre università.