Rio 2016, i Pronostici di Goldman Sachs

Spec_RioColl_Tetiere_v2_1600x655-retro

Ci risiamo. Come da tradizione, alla vigilia di un importante evento sportivo, non possono mancare pronostici e suggestioni di quello che succederà in gara. Ecco, quindi, che, a pochi giorni dall’inizio delle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, inizia la caccia al “te l’avevo detto”.

 

Una pratica che negli ultimi anni ha visto scendere in campo anche gli economisti, sempre alla ricerca di un po’ di svago e di qualche campo extra in cui applicare le proprie regole. È così che un’unità di ricerca economica di Goldman Sachs, ormai non nuova a questo genere di appuntamento, ha previsto quali nazioni raccoglieranno il maggior numero di medaglie.

 

Come già accaduto nelle passate edizioni, il testa a testa sarà tra Stati Uniti e Cina, con i primi a strappare il primo posto grazie a 45 medaglie d’oro e 106 totali. Cinesi che dovranno accontentarsi di un secondo posto, riportando a casa solo, si fa per dire, 36 ori e 89 medaglie complessive. Terzo posto per una travagliata Gran Bretagna, che sembra fare (almeno nello sport) gioco di squadra per portare a casa 23 ori e 59 medaglie totali. E l’Italia? Il nostro Paese, stando ai dati raccolti, dovrebbe posizionarsi all’ottavo posto.

Medagliere rio 2016

Per stilare la classifica, i ricercatori hanno utilizzato dati provenienti da ogni dove, dai dati bancari al contesto macroeconomico in cui il Paese si è esibito rispetto alle passate edizioni. “Una misura generale stimata da Environment Score che analizza proprietà e condizioni di crescita tra i Paesi, prendendo in considerazione caratteristiche come il contesto economico, politico e istituzionale, che influenzano la produttività e la crescita della nazione”.

 

La squadra di ricercatori, guidata dall’italiano Francesco Garzarelli, ha redatto un rapporto di circa 20 pagine, analizzando nel dettaglio anche ogni singola disciplina, come riportato di seguito.

rio 2016