Russia, La Nuova Propaganda e le Profezie Auto-Avveranti di Putin

 L'immaginazione, come si è soliti dire, non ha limiti e, nel caso della Russia di Putin, muove pericolosamente le masse. "Ricordo di aver creato l'idea di "una maggioranza di Putin" e poco dopo è divenuta reale", ha riferito in un'intervista concessa al The Atlantic Gleb Pavlovsky, un tecnico all'epoca impiegato nella campagna elettorale dell'attuale Presidente russo e che, da allora, ha abbandonato il Cremlino. "Oppure l'idea che "non c'è alternativa a Putin". Abbiamo inventato anche quella. E d'un tratto non c'era davvero alcuna alternativa."

Verosimilmente, c'è chi, davanti a tali osservazioni, potrebbe obbiettare che, in fondo, il potere propagandistico è sempre stato alla base della filosofia autoritaria sovietica - come più famosamente indicato da Jacques Ellul "[i] comunisti, che non credono nella natura umana ma solo nella condizione umana, sono convinti che il potere della propaganda sia onnipotente, legittimo (ogni qual volta viene impiegato), e strumentale al fine di creare un nuovo tipo di uomo."