“Salvare il Pianeta Potrebbe Essere Incredibilmente Economico”: Krugman Analizza le Nuove Normative EPA

“Per questi giorni, non sono un sacco di soldi” incalza il professore di Economia e Relazioni internazionali dell’Università di Princeton. Considerando che il valore totale dell’economia statunitense attualmente si aggira attorno ai 17,000 miliardi di dollari, la valutazione della Camera di Commercio implica che potremmo prendere “provvedimenti sensazionali sul clima, misure che trasformerebbero le negoziazioni internazionali, ponendo le basi per un’azione globale, riducendo i nostri redditi di solo un quinto dell’1%.“

Un altro paragone utile al fine di comprendere l’ordine dimensionale di tali misure contro il surriscaldamento globale può essere quello con le spese militari statunitensi. Il Pentagono, il quale ha recentemente esposto le proprie preoccupazioni nei confronti del surriscaldamento globale, spende circa $600 miliardi all’anno per la difesa. Solo l’8% di tale cifra risulterebbe sufficiente per finanziare il programma di riduzione delle emissioni disposto dall’EPA.

In aggiunta dobbiamo riflettere sul fatto che queste considerazioni si basano su cifre predisposte da gruppi di interesse apertamente anti-ambientalisti. La United States Chamber of Commerce (USCC) è pur sempre un società di lobbisti che rappresenta gli interessi di molte imprese e associazioni di categoria, tra cui quelli dei Koch brothers, e non un’agenzia governativa degli Stati Uniti.