Sblocca Italia, il Ministro Lupi Indica la Via: “Priorità ai Treni Veloci”

Maurizio Lupi

“Abbiamo in mente due opere assolutamente prioritarie. La prima è la linea ferroviaria ad Alta Velocità Napoli-Bari. Le risorse sono già state allocate ma ci sono lungaggini procedurali che rischiano di consentire di aprire i cantieri addirittura nel gennaio 2018. La seconda è l’accelerazione della linea AV Brescia-Verona-Vicenza-Padova. Anche qui le risorse necessarie già sono state finalizzate”. Il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, in un’intervista alla Stampa indica quali sono le priorità inserite nel Sblocca Italia.

“Vogliamo far partire questi interventi su due assi strategici per il Paese il prima possibile. Poi – annuncia Lupi – presenteremo un provvedimento che riguarda la semplificazione, sempre allo scopo di mettere in moto l’edilizia per riqualificare il territorio e contribuire alla crescita. Così come abbiamo fatto sulle scuole e il dissesto idrogeologico, rimettendo in movimento opere che erano state bloccate dal patto di stabilità interno”. “Seguiremo lo schema che abbiamo adottato su scuole e territorio: nella legge di stabilità 2014 è stato liberato un miliardo da dare a quei Comuni che devono fare opere infrastrutturali escludendole dal patto di stabilità. Le risorse – spiega il ministro – arrivano dal cosiddetto fondo revoche: si prendono finanziamenti che erano stati destinati a opere che non si realizzano e non si realizzeranno mai, per varie ragioni, e li si attribuiscono ad opere che ne hanno bisogno e che si possono fare, sempre nello stesso ambito territoriale”.