I Servizi Finanziari Online Potrebbero Aiutare Le Nazioni in Via di Sviluppo

servizi finanziari online

La multinazionale americana McKinsey Global Institute il 21 settembre ha pubblicato i risultati di uno studio nel quale analizza l’impatto che i servizi finanziari online, specialmente tramite smartphone, hanno sul PIL di un paese.

Quando è stata l’ultima volta che vi siete recati in banca per delle operazioni di cassa? Sebbene l’Italia sul fronte dei servizi bancari digitali non primeggi nel panorama internazionale, è comunque evidente come questi abbiano cambiato le nostre abitudini. La crescente disponibilità di applicazioni per dispositivi fissi e mobili che permettono di pagare le bollette, trasferire denaro ed effettuare ricariche è diventata una normalità in una buona parte dei paesi del mondo.

Nonostante ciò, lo studio rivela che, ad oggi, nelle nazioni in via di sviluppo sono circa 2 miliardi le persone che non hanno accesso ai servizi finanziari di base, ovvero circa la metà della popolazione adulta di questi paesi.

Ecco le cifre relative alla popolazione adulta sprovvista di queste possibilità, in percentuale.

Africa e Medio Oriente: 61%

Sud-Est Asiatico: 59%

Asia Meridionale: 53%

America Latina: 48%

Est Europa e Asia Centrale: 39%

Cina: 21%