Sfruttare la Tragedia in Nome del Marketing: il Caso di Madonna e #charliehebdo

madonna

È risaputo: i social media sono armi pericolose, catalizzatori di popolarità in grado di avviare o distruggere carriere. Ciò che invece non avremmo mai immaginato è che Madonna, la dirompente e trasgressiva popstar, cadesse nella loro trappola. O forse sì, d’altro canto le controversie hanno accompagnato la carriera di Madonna e si sono spesso rivelati dei mezzi di diffusione.

Sembra, però, che ogni suo passo sui social media scaturisca una serie di polemiche. È il caso del suo cinguettio sulla vicenda di Charlie Hebdo: la popstar ha condiviso una fotografia significativa corredata da una frase incentrata sull’importanza del rispetto della vita altrui. L’errore? #rebelheart. Questo hashtag, con il nome del suo nuovo cd, ha scatenato nel pubblico un moto di rabbia. Le critiche principali le davano della approfittatrice accusandola di sfruttare una tragedia per promuovere il suo nuovo cd.

E questo nuovo cd di problemi ne sta dando davvero molti. La sua copertina vede il viso di Madonna con davanti delle corde nere, tese ad intrappolarla, lei, un cuore ribelle. Non contenta dello scalpore già suscitato una volta rilasciata, la popstar ha deciso di pubblicare fotografie di personaggi storici come Nelson Mandela e Lady D coperte con i medesimi segni. Il messaggio sembrerebbe chiaro: altri cuori ribelli che, magari, l’hanno ispirata. Il popolo del web non ha accolto bene questa sua iniziativa, accusandola di dissacrare figure importanti per la storia.

Infine, la vicenda più grave. Poco prima di Natale, un haker è riuscito ad entrare nel server della popstar e rilasciare sul web diverse canzoni del nuovo album. “Sono solo demo non finite, non erano pronte per essere ascoltate dal mondo”, ha scritto la cantante sui social. E anche in questo caso la cantante non ha dosato le parole: “E’ stato uno stupro artistico”, così ha commentato.

Sembra davvero esserci dell’incomprensione fra Madonna e il web. Speriamo che si riappacifichino presto. Che sia il mondo del web a capire Madonna o Madonna ad adattarsi al mondo del web. Ma Madonna che segue le mode facciamo un po’ fatica ad immaginarla, dato che, in fondo, le ha sempre dettate.