Siria, i Regali del Califfo ai Militanti dell’Isis

Isis

Non solo la creazione di un Califfato in Medio Oriente. I miliziani dell’Isis combattono con ferocia anche per altri motivi ben più terreni. Ad ognuno di loro è stata infatti promessa dal califfo Abu Bakr al-Baghdadi una cospicua ricompensa. Di cosa si tratta? Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, un’ong vicina all’opposizione anti-Assad con sede a Londra, ai jihadisti che vogliono sposarsi è stata promessa una casa ammobiliata e 1.200 dollari. Inoltre, stando a quanto rilanciato da al-Arabiya – ad al-Bab nella provincia siriana di Aleppo è stata aperta un’agenzia di matrimoni per i militanti di Isis.

L’ufficio raccoglie le richieste di donne che vogliono sposare i combattenti dell’organizzazione terroristica. Secondo sempre l’Osservatorio, alle donne che manifestano interesse a convolare a nozze con un terrorista viene chiesto di lasciare il nome e l’indirizzo. “I combattenti dell’Is busseranno alle vostre porte e vi chiederanno di sposarli”, spiegano dall’ufficio per i matrimoni, stando a quanto riportato dagli attivisti. Sono molte le ragazze che dall’Europa e dai paesi musulmani partono volontariamente per andare a sposare i miliziani che combattono in Siria ed Iraq.