“Startup Fiction”, Ecco la Business Novel sull’Arte dello Startupping

startup
Un incubatore di startup, un algoritmo rivoluzionario, un intrigo pericoloso. Sono gli ingredienti del libro di Fausto Pasotti Startup Fiction. Una business novel di formazione, che esce oggi per Pearson. È un romanzo di formazione manageriale appassionante come un thriller e istruttivo come un saggio. La narrazione s’intreccia con capitoli didattici, realtà e finzione si mescolano in un ambizioso esperimento di immersive education che racconta la lunga, eccitante e faticosa avventura per trasformare un’idea in un progetto imprenditoriale.
«Startup Fiction è un romanzo di formazione perché, un po’ come Gli anni di apprendistato di Wilhelm Meister di Goethe, Il giovane Holden di Salinger e Sulla strada di Kerouac, narra il cammino del protagonista verso la maturazione e l’età adulta», spiega l’autore. «L’intento è quello di guidare l’aspirante startupper in un percorso di crescita imprenditoriale e interiore».
Fausto Pasotti ne sa qualcosa. Dal 2013 è Direttore Generale di Speed MI Up, l’incubatore d’impresa fondato da Università Bocconi e Camera di Commercio di Milano, con il supporto del Comune di Milano. Vi sono transitate più di 1500 idee di business che si sono concretizzate in oltre 500 business plan e in 80 startup.
«Avevo voglia di raccontare quel che ho imparato da questa esperienza e mi sono chiesto quale fosse il modo migliore per farlo», spiega Pasotti. «Così mi sono imbarcato in questo esperimento: scrivere una vera fiction e dimostrare, con i fatti e un po’ d’intrattenimento, i principi base dell’arte dello startupping».
Startup Fiction cover
È nato così un libro che ha tre livelli di lettura. È la storia di fantasia di una startup incubata in Bocconi che si trova ad affrontare, oltre ai dilemmi tipici di ogni azienda nascente, anche i problemi e le opportunità derivanti dal possesso di un segreto industriale dal valore inestimabile. È un saggio sui temi chiave dello startupping: flessibilità, team, distruzione creatrice, exit, pensiero laterale, dilemma make vs buy, arte della trattativa, mito della segretezza, business model, scalabilità. E infine, è una raccolta di case history derivanti dall’esperienza di Pasotti nel ruolo di direttore di Speed MI Up.