Trump Potrebbe Battere la Clinton ad una Sola Condizione: Ecco Quale

trump

E’ stato accusato di razzismo, sessismo e di tante altre cose che terminano in “ismo”. La maggior parte dei Repubblicani si dissocia dai suoi “ideali” e non sostiene più la sua candidatura. I sondaggi lo mostrano ormai lontano dalla candidata democratica Hillary Clinton. Ma Donald J. Trump potrebbe facilmente diventare presidente degli Stati Uniti d’America. Se fosse permesso solo agli uomini di votare.

Se solo gli uomini avessero diritto di voto, Trump avrebbe già vinto. Sarebbe il candidato vincitore in 35 stati con 350 collegi elettorali a suo favore. Hillary Clinton otterrebbe solo il voto di 14 stati e 188 collegi elettorali. La maggior parte degli Stati Uniti si colorerebbe di rosso, eccezion fatta per  Hawaii, Washington, Oregon e California ad ovest, Maryland, Delaware, New Jersey, New York, Connecticut, Rhode Island, Vermont e Massachusetts a nord-est, New Mexico e Illinois al centro. I voti del Maine sarebbero invece divisi tra i due candidati.

mappa-uomin

Cosa accadrebbe invece se solo le donne fossero chiamate a votare? Hillary otterrebbe 458 collegi elettorali e Donald solo 80. Trump otterrebbe la maggioranza solo in 12 stati: Idaho, Wyoming, Utah, North Dakota, Oklahoma, Arkansas, Louisiana, Mississippi, Alabama, Tennessee, Kentucky e West Virginia. In questo caso, i voti tra i due candidati sarebbero divisi nel Nebraska.

mappa-donne

Questa mappe, pubblicate da FiveThirtyEight, sono state realizzate da Nate Silver, incuriosito dalla grande differenza di punti che si osserva se vengono considerati i sondaggi fatti tra gli uomini e le donne chiamati al voto: “La Clinton è incalzata da Trump che ottiene 11 punti in più sugli uomini ma lo sovrasta con ben 33 punti se vengono considerate invece le donne. Se vogliamo comparare questi numeri a precedenti situazioni, nel primo caso Trump avrebbe sconfitto la Clinton con un margine schiacciante simile a quello che portò alla vittoria di Dwight D. Eisenhower su Adlai Stevenson nel 1952, mentre nel secondo caso la Clinton avrebbe sconfitto Trump con un margine comparabile a quello di… In realtà non c’è nulla da confrontare. Nessun candidato ha mai vinto le elezioni presidenziali con più di 26 punti in vantaggio”.

Certo, la divisione di genere non è tanto pronunciata se vengono tenuti in conto i veri sondaggi, ma la media di essi registra un vantaggio della Clinton di 15 punti tra le donne e un vantaggio di Trump di 5 punti se vengono invece considerati gli uomini, stando a quanto dice Silver. Mettendo da parte le percentuali date dalle divisioni di genere per l’elezione dell’8 novembre dove tutti saranno chiamati a votare, Silver conclude: “Se Trump perderà queste elezioni, sarà perché le donne hanno votato a suo sfavore“.