Uber, Investimenti in Arrivo Nonostante le Polemiche

Ormai conosciutissima ed oggetto di molte polemiche in Italia, vale circa 51 miliardi di dollari ed ha ricevuto un totale di 7,4 miliardi di finanziamento. Fornisce servizi di “carsharing” tra automobilisti, che possono offrire un passaggio a chi lo desidera tramite un semplice smartphone.

In Italia Uber, l’app per noleggiare via smartphone un’auto con conducente, è diventato un caso politico. Odiata dai tassisti e dichiarata “fuorilegge” dal ministro del Trasporti Maurizio Lupi, la piattaforma continua ad ottenere ingenti investimenti. Stando a quanto rivela il Wall Street Journal, il prossimo anno Uber potrebbe registrare entrate nette per un miliardo e mezzo di dollari. Inoltre per la società guidata da co-fondatore Travis Kalanick sarebbe in arrivo un nuovo round di investimenti che porterebbe la stima del suo valore a 12 miliardi di dollari. Non male per un’app che esiste da soli 5 anni. Il servizio, osteggiato dai tassisti, è già attivo in 80 città di tutto il mondo. L’app di Uber è da poco disponibile anche nella capitale saudita Riyad, mentre è in prova a Gedda.