Una Tazzina di Caffè con la Banca d’Italia, Ecco i suoi Dati

so-many-numbers

Nel bollettino di novembre la Banca d’Italia rende noti i dati su PIL, Investimenti, Consumi privati e della PA, Esportazioni, Produzione. PIL: dopo un -2,5% nel 2012, nel I trim. 2013 c’è stato un -3,7%, seguito da -2,3% (II trim.) e -0,5% (III trim). Investimenti lordi in picchiata dal 2011: – 2,2% (2011), – 9,3% (2012), – 7,1% (I trim. 2013), – 11,2% (II trim. 2013). Consumi privati in diminuzione dal 2011 (-0,3%), con – 4,2% nel 2012, – 3,1% I trim. 2013, -2% II trim 2013. Stabili i consumi della PA per beni e servizi. Esportazioni in riduzione: -7,4% nel 2013, -3,6% I trim. 2013, -3,1% II trim 2013. Il livello della produzione industriale risente in modo significativo della caduta di consumi ed esportazioni, tradizionale traino per l’industria nazionale, ieri meccanica, alimentare e tessile; oggi, sostenute dalla moda dove le grandi firme sono riuscite a rendere meno duro il tramonto del tessile. Fatta 100 la produzione del 2010, a settembre 2013 l’indice è 91. In tale scenario, scendono anche i prezzi al consumo: – 5% nel III trim. 2013 rispetto allo stesso periodo del 2012. La macchina è ferma ai box, e da tempo; particolarmente grave la caduta degli investimenti, che si tradurranno in un ritardo (nella migliore ipotesi) od in un annullamento della capacità reattiva delle imprese sul fronte tecnologico.

Photo credit: re_birf / Foter.com / CC BY