Unishare, l’Università Diventa Social

In quanti lavorano ad Unishare?

Unishare è portato avanti da noi 3 fondatori con il contributo di chi si è offerto per aiutarci a sviluppare le numerose funzionalità del sito e le iniziative Marketing che ci permettono di raccogliere sponsor, partnership e farci conoscere all'interno delle Università. A questi si aggiunge la rete dei nostri "Unishare Ambassador" che da Milano, Roma, Firenze, Bari, Bologna e Torino, Padova e Parma ci rappresentano e fanno conoscere Unishare nei loro Atenei. Ci vuole poco per diventarlo, abbiamo ricevuto molte richieste di ragazzi che sposavano l'iniziativa e avevano voglia di darci una mano per farla crescere. Mi verrebbe da dire che in realtà ad Unishare lavorano tutti gli studenti iscritti che ogni giorno condividono nella nostra piattaforma le informazioni utili che possiedono, è questo che permette ad Unishare di fare la differenza, vorrei ringraziarli uno per uno a nome di tutto lo Staff.

A chi si rivolge?

Unishare si rivolge agli studenti delle Università che fanno parte del nostro network. Al momento queste Università sono 22, ma ce ne sono tante altre in attesa di entrarvi. Il meccanismo è semplice, se l'Università ancora non fa parte di Unishare basta proporla in fase di iscrizione, e al raggiungimento di 50 studenti che supportano la proposta essa viene subito aggiunta.

Qual è il vostro modello di business?

Unishare permette di accedere a tutti i contenuti che dispone gratuitamente. Siamo una realtà indipendente, cresciuta contando sulle nostre risorse e competenze. Il nostro modello di business è basato su una selezione accurata degli sponsor che tramite Unishare vogliono comunicare agli studenti offerte e promozioni interessanti. Ad esempio, un'offerta di lavoro non è semplicemente una pubblicità, è la prima cosa che cerca uno studente che sta per laurearsi. La priorità è mantenere una piattaforma pulita, ordinata, facile da usare ed è per questo motivo abbiamo deciso di rinunciare allo spam degli spazi pubblicitari facili e dispersivi.

Quanti sono gli iscritti al vostro portale?

Parliamo di migliaia e migliaia di iscritti, ma contiamo di raddoppiarli appena uscirà questo articolo. Si tratta comunque di una crescita controllata perchè aggiungiamo una nuova Università alla volta. Ci teniamo a mantenere un contatto gli studenti di ogni Ateneo, ricevere suggerimenti, avere il tempo di seguire le tante idee che abbiamo in programma di sviluppare. Insomma: vogliamo fare le cose fatte bene.