Università Bocconi: a Settembre 2016 il Nuovo Corso di Laurea Triennale per lo Studio dei Big Data

big-data-wearable

 

La tecnologia dell’informazione non ha rivoluzionato solo le nostre vite, ma anche il modo di operare delle aziende. Hanno una gran quantità di dati, ma non sono ancora in grado di estrarne un valore strategico. Mancano ad oggi, nel mercato italiano, le competenze necessarie per l’elaborazione dei cosidetti Big Data.

La sfida dei prossimi anni per aziende private ed entità pubbliche è lo sviluppo delle capacità necessarie per beneficiare dei vantaggi derivanti dallo sfruttamento dei dati in loro possesso, in termini ad esempio di guadagni di efficienza, miglioramenti nei processi di policy-making o miglioramento della comunicazione verso il cliente.

La “data-driven economy” spinge inesorabilmente anche le università ad innovarsi per fornire al mercato del lavoro le competenze necessarie a operare in maniera ottimale.

Il prossimo autunno presso l’Università Bocconi di Milano sarà inaugurato il corso di laurea triennale in “Economics, Management and Computer Science”, il primo in Italia che fornirà le basi necessarie per applicare il pensiero economico all’elaborazione della crescente mole di dati esistente.

“Siamo all’alba della Data Driven Economy, nell’era dei Big Data: le nuove tecnologie, I social media, la globalizzazione e le crescenti disponibilità di dati stanno cambiando il mondo in cui noi viviamo, lavoriamo e comunichiamo. Le aziende e le istituzioni che saranno in grado di utilizzare a pieno il potenziale dei dati in loro possesso saranno in grado di accumulare un notevole vantaggio competitivo” ha dichiarato Emanuele Borgonovo, Direttore del corso di laurea.

L’esigenza di creare un corso di laurea apposito, nasce dalla convinzione che il mercato richieda una nuova tipologia di professionisti in grado di unire le capacità tecniche e manageriali con lo scopo di trasformare la conoscenza estratta dalle informazioni, attraverso la lente dei modelli economici, in decisioni strategiche.

Il programma di studi in  “Economics, Management and Computer Science” è riservato a un piccolo gruppo di 80 studenti internazionali fortemente  interessati alle dinamiche che stanno oggi innovando il mondo dell’economia, specialmente nei settori della digital economy e dei social media, e alla rivoluzione che la tecnologia e telecomunicazioni stanno portando nella nostra società.

Nel corso dei tre anni, gli insegnamenti dell’economia, del management e del diritto saranno uniti ad un’attenzione particolare per l’acquisizione delle competenze basate sui principi dell’elaborazione delle informazioni in corsi come Fundamentals of Computer Science and Computer Programming, Machine Learning e Big Data and Databases.

Inoltre gli studenti avranno la possibilità di acquisire un background analitico attraverso i corsi in Advanced Mathematics and Statistics, Computational Microeconomics e Econometrics.

Al termine del percorso di studi gli studenti sapranno acquisire, organizzare ed elaborare i dati attraverso i modelli teorici e sapranno esplicitare le implicazioni strategiche delle informazioni quantitative.

I seminari organizzati con aziende partner daranno inoltre loro la possibilità di avere una finestra aperta sul mondo reale per comprendere più da vicino il contesto in cui le aziende e le organizzazioni internazionali operano.

Le opportunità di carriera per i futuri laureati in  “Economics, Management and Computer Science” sono le più varie sia nel settore privato quanto nel settore pubblico, considerando che ad oggi in tutti i settori dell’economia le aziende competono per attirare a sé i servizi di figure professionali come data scientist, business analyst, data analyst e consulenti specializzati.

Ogni settore presto dovrà implementare nuovi modelli decisionali basati sull’analisi dei dati. La migliore decisione strategica che uno studente in procinto di iniziare il proprio percorso universitario in questo momento storico possa fare, è quella di dotarsi da subito delle competenze tecniche di cui il mercato del lavoro ha già bisogno, ma che ne prossimi anni saranno soggette ad un sostanziale incremento di domanda.