USA-Siria allo Scontro Diretto, i Mercati Reagiscono

Dopo l’annuncio dei nuovi bombardamenti francesi su Raqqa in risposta agli attentati di Parigi, su internet ha cominciato a girare una foto nella quale si vedono dei missili con sopra scritto «From Paris With Love». Secondo i tweet e i post su Facebook, si tratterebbe di alcune delle bombe lanciate dall’aviazione francese in Siria.  Sulla foto si intravede un simbolo con scritto «USAWTF», riconducibile ad alcune pagine Facebook che ironizzano sull’esercito americano. Tra queste, U.S. Army W.T.F! moments ha pubblicato la foto alle 18.46 di domenica 14 novembre, pubblicando un commento che recita: «Hey Isis! USAWTF ti sta mandando un pacchetto dalla gente di Parigi». I missili nella foto non avrebbero nulla a che fare con i bombardamenti francesi, quindi. Se non dovesse bastare la poca attendibilità dell’autore della foto e il commento, c’è un elemento in più che smentisce la connessione tra la foto e i bombardamenti francesi. Su internet i missili vengono indicati come dei Joint Direction Attack Munition, un particolare modello di bombe che non risulta in dotazione all'aviazione francese.

Gli Stati Uniti lanciano 59 missili per colpire le basi aeree siriane, in quello che si può definire il primo atto di guerra diretta di Donald Trump. Banca Popolare di Vicenza finisce nel mirino della BCE, all’orizzonte una multa di oltre 30 milioni di euro.

Nel mondo

Le parole del presidente della BCE Mario Draghi hanno permesso ai mercati di respirare ancora. Dopo l’annuncio di un ulteriore rinvio del rialzo dei tassi e del restringimento della politica monetaria, Draghi  ha affermato che la colpa della bassa inflazione, nonostante l’intervento della BCE, resta la bassa crescita dei salari, ben sotto le medie storiche (Ansa).

Gli Stati Uniti entrano in guerra contro la Siria: hanno lanciato 59 missili verso la base aerea siriana (da cui si presume che sia partito l’attacco con armi chimiche degli scorsi giorni). L’affare si complica dato che la Difesa Russa afferma che quest’azione potrebbe peggiorare i rapporti tra Mosca e Washington (CNN).

In Italia

Banca Popolare di Vicenza finisce nel mirino della BCE, che ha chiesto una multa di 35 milioni di euro per aver gonfiato i bilanci (Repubblica).

Il Principe Carlo, particolarmente colpito dalle macerie di Amatrice, ha deciso di effettuare una donazione per dimostrare la sua vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto (Ansa).

Enel punta sullo smartworking, ossia l’organizzazione libera del lavoro affidata ai dipendenti, che potranno decidere per un giorno alla settimana di lavorare da casa o da qualunque altro luogo. L’operazione coinvolgerebbe 7 mila dipendenti (Corriere).

Accadde oggi

Nel 1933 viene approvata la prima legge antisemita di Hitler, che prevdeva l’esclusione degli ebrei dagli uffici pubblici.

Economia e mercati

Le quotazioni del petrolio sono tornate ai massimi di 4 settimane dopo che gli USA hanno deciso di attaccare la Siria.

Ecco le reazioni dei mercati finanziari alla notizia dell’attacco USA in Siria; la volatilità è immediatamente balzata trascinando petrolio (sopra) e oro.

Tra gli investitori istituzionali, cosa ci si attende dalle riforme promosse da Trump? Poca speranza per l’abolizione dell’Obamacare (come effettivamente verificatosi), mentre sono alte le aspettative che la riforma fiscale vada in porto: il 61% confida in una effettiva implementazione, mentre il 34% la attende verso la fine dell’anno.

I PMI rilasciati dall’agenzia Markit per Germania e Spagna evidenziano come si stia effettivamente consolidando la crescita nell’Eurozona: per la Germania il valore è ai massimi da 3 anni.

I mercati sono stati inondati di liquidità (12% del PIL mondiale) dalle politiche delle banche centrali e, nel contempo, l’ecceso di risparmio (25,2% del PIL mondiale) prosegue: dove confluirà tutto questo risparmio? Come verrà utilizzata la liquidità in eccesso?

Occhio al dato

Sul fronte macroeconomico da segnalare produzione industriale e bilancia commerciale in Francia. Per l’Italia occhi puntati sulle vendite al dettaglio, mentre in Spagna saranno resi noti i dati sull’inflazione di marzo. In Germania e Inghilterra è tempo di conoscere la produzione industriale di febbraio. Per gli USA riflettori sul tasso di disoccupazione.