Vacanze a Zanzibar: Why Not?

Zanzibar

Zanzibar è una piccola isola dell’Oceano Indiano dal clima e dai colori seducenti. E’ una parte della Repubblica Unita della Tanzania, geograficamente corrispondente all’arcipelago omonimo, composto da due isole principali, Unguja e Pemba, e numerose isole minori. Solo in seguito alla rivoluzione di Zanzibar, la parte continentale della Tanzania e Zanzibar si unirono, precisamente nel 1964. Tutt’oggi questo arcipelago dell’ Africa riflette l’incontro di culture diverse, sia nelle sue architetture sia nei suoi sapori.

Questo mix non passa inosservato e stupisce piacevolmente, chiunque decida di trascorrere del tempo lì. In particolare le vacanze a Zanzibar sono ideali per chi ama il clima equatoriale, il mare, le spiagge sabbiose orlate da palme da cocco, l’acqua cristallina ed il folclore dell’Africa nera, il tutto unito ad un’atmosfera orientale tra spezie, ornamenti e tessuti. In quest’isola paradisiaca la temperatura non scende mai sotto i 25 gradi e le spiagge sono assolutamente favolose. Se i racconti dei viaggi a Zanzibar lasciano sempre incantati e le foto mostrano bellissime spiagge bianche e mari turchesi, la realtà supera la fantasia.Le location mozzafiato sono davvero tante, tra queste le località più belle sono : Kiwengwa, Nungwi, Chwaka, Uroa.

Coltivazione di alghe ad Uroa
Coltivazione di alghe ad Uroa

Per quanto riguarda gli eventi, a Zanzibar, si tiene annualmente lo Zanzibar International Film Festival (ZIFF), un festival cinematografico comunemente considerato uno dei più importanti eventi culturali dell’Africa orientale. Il principale centro del festival è Stone Town, ma per l’occasione vengono anche organizzate proiezioni di film in centri urbani più piccoli, inclusi centri rurali.

Il cantante Christian Bella al  ZIFF 2015 (Copyright 2015, Rashde Fidigo)
Il cantante Christian Bella al ZIFF 2015 (Copyright 2015, Rashde Fidigo)

 

Le ricorrenze popolari

Rimanendo in tema è importante conoscere anche quali sono le date delle ricorrenze popolari fondamentali. Il 12 gennaio, giorno della rivoluzione di Zanzibar, merita assistere alla regata di Ngalawa che parte di fronte al People’s Palace.

Il 5 febbraio è il giorno della commemorazione della fondazione del CCM (il partito di governo). Il 7 luglio e l’8 agosto vi è la festa degli agricoltori. Il 9 dicembre è festeggiata l’indipendenza del Tanganika. Andare a Zanzibar vuol dire anche stare a contatto con la natura e le sue favolose specie viventi , ad Unguja si avrà la possibilità di ammirare uno degli esemplari più rari del mondo di primate africano : il colobo rosso di Zanzibar.

Regata a Ngalawa
Regata a Ngalawa

Di Unguja è anche lo spettacolare leopardo di Zanzibarche si considera però estinto, e la genetta servalina di Zanzibar Per quanto riguarda l’isola di Pemba, essa, differisce da quella del continente per via del prolungato isolamento . L’arcipelago è anche caratterizzato da una ricchissima avifauna e, specialmente in alcune aree, dalla presenza di numerosissime specie di farfalle tropicali.

Quindi in conclusione perchè scegliere una vacanza a Zanzibar ? Perché oltre ai grandi piaceri, un viaggio è fatto anche di piccole cose spesso indimenticabili ed una vacanza a Zanzibar insegnerà che la chiave sta proprio nella semplicità. Scegliere un viaggio a Zanzibar equivale a scoprire un vero e proprio concentrato di bellezze in un’atmosfera davvero genuina ed unica nel suo genere.