Vittima di Bullismo Crea un’App per non Pranzare da Sola

sit-with-us

Natalie Hampton, una sedicenne di Sherman Oaks, cittadina della California, era una di quelle ragazzine sedute al tavolo meno frequentato della mensa, vittima di bullismo e amica di pochi. Questa situazione si è ripetuta durante tutto l’anno scolastico della 7th grade (corrispondente alla 2° media in Italia), lasciando la ragazza piuttosto toccata e vulnerabile.

Oggi Natalie frequenta una scuola diversa e ha degli amici, ma non ha dimenticato la sua passata esperienza. Ha deciso di trovare un modo per aiutare quei ragazzi che come lei hanno vissuto o vivono la sua stessa situazione. Nasce così “Sit With Us”, un’app per trovare degli amici con cui condividere la pausa pranzo in mensa.

sit-with-us sit-with-us-2

Secondo la ragazza, l’app eviterebbe la pubblica umiliazione degli studenti e scoraggerebbe il bullismo:

“In questo modo tutto avviene in forma nascosta attraverso l’app, nessun altro viene a saperlo. E si ha inoltre la sicurezza di non ricevere un rifiuto una volta arrivati al tavolo”.

L’applicazione è stata resa pubblica il 9 settembre e Natalie ha già ricevuto molti feedback positivi. “Molte persone della mia scuola stanno già pubblicando ‘pranzi aperti’. Sono curiosa di vedere come le cose si evolveranno dopo questo inizio favoloso”.