Wall Street, una Bambina Affronta l’Iconico Toro

wall street_

Wall Street è famosa per tanti motivi, fra cui l’iconica statua del toro. Lo scorso martedì, però, la sede della finanza mondiale ha fatto parlare di sé per un’altra ragione. La terza compagnia d’investimenti più importante del mondo ha fatto installare di fronte al toro una statua bronzea di una bambina che, con le mani nei fianchi e lo sguardo fiero, affronta il possente animale.

Il gesto è parte di una campagna di sensibilizzazione portata avanti dalla State Street Global Advisors, azienda di investimenti del valore di 2,5 trilioni di dollari, per fare pressione affinché nei Consigli di Amministrazione ci sia una maggior percentuale di donne. Inoltre, la stessa compagnia ha deciso di inviare una comunicazione a 3,500 aziende per incitarle ad agire nell’immediato futuro.

L’urgenza di tale problema non riguarda solo la lotta per la parità dei sessi o il riconoscimento di un ruolo potente alle donne, quanto gli interessi dell’azienda stessa. Come spiega un manager della State Street, la diversità di genere nei Consigli di Amministrazione è una strada per migliorare le performance dell’azienda e aumentare il valore percepito dagli azionisti.

Lori Heinel, Vice Global Chief Investment Officer del gruppo, afferma:

Fonte: Bostonglobe
Fonte: Bostonglobe

La statua in bronzo della bambina è un campanello d’allarme per attirare l’attenzione sul problema. La Heinel continua:

L’installazione del nuovo simbolo di Wall Street, creato dall’artista Kristen Visbal, è avvenuta in collaborazione con gli ufficiali del comune: la statua potrà rimanere esposta per circa un mese, poi la sede della finanza tornerà alle forme originali.

Probabilmente un mese non farà la differenza, o forse ad aprile il discorso sulla parità dei sessi anche nei ruoli apicali delle aziende sarà messo da parte da nuove emergenze. Quello che conta è il gesto concreto, forte e virale compiuto da un’azienda importante come State Street in favore del genere femminile.