Windows 10: All’Arrembaggio! Tutto Quello che c’è da Sapere

Come viene offerto il sistema?

Al pari delle categorie di utenti, quattro sono le versioni di Windows 10: dal pacchetto base Home, a quello intermedio “Pro”, fino a quelli completi di “Enterprise” per le aziende ed “Education” per la scuola. Come scegliere? Molto semplice, ovvero, se effettuate un aggiornamento online, non potete scegliere. Infatti, se sul sistema di partenza avete la versione Home, Home sarà anche la versione upgraded. Lo stesso discorso vale anche per il processore: se avete quindi in partenza un Windows con 32 bit non potrete passare, anche potendo, ai 64 bit.

Le novità?

Per darvi un quadro d’insieme, il video linkato in basso racchiude in maniera molto semplificata le principali innovazioni del nuovo sistema di Windows, che poi andrò ad elencarvi e a descrivervi nel dettaglio.

Cap I. “Perché è il desktop che ami”. Questo è l’incipit del video. Ebbene sì, per gli affezionati, ritorna così il celebre tasto Start che diviene perno del sistema operativo (OS) stesso. Mantiene la grafica moderna delle versioni 8 e 8.1 e conferisce all’utente controllo e semplicità grazie alla personalizzazione dello spazio a finestre con i contenuti preferiti dell’utente stesso e nuove funzionalità (appunti istantanei, mappe ed applicazioni per il calendario).

Cap II. “Ciao, Ciao.” E’ quello che direte alla vostra password. La vostra memoria giubila con Windows Hello! Un sofisticato sistema di autenticazione biometrica che vi consentirà l’accesso al sistema solo dopo una scansione dell’iride, del volto o di un’impronta digitale. La sicurezza viene così al primo posto anche grazie al sistema automatico di backup ed ai salvataggi incrementali del sistema.

Cap III. “Una nuova dama e rivale per Siri. Dal nome orientaleggiante, ecco a voi, Cortana!”. Il sofisticato assistente vocale di Windows, nuovo competitor per Siri di casa Apple, sbarca sia sui mobile devices che su pc. Cortana, inoltre, basandosi su di un complesso algoritmo si adatta all’utente. Memorizzando le sue richieste lo impara a conoscere e ed comprenderne le frasi complesse, anche quando gli input non sono del tutto precisi, al fine di aiutarlo a trovare in modo rapido ciò di cui abbisogna.