Brasile, il Mondiale non Porterà Benefici all’Economia

Mondiali

Riguardo al primo tipo di beneficio, Shearing ricorda come il budget iniziale stanziato dal governo per il torneo si aggirava su 23 miliardi di real, 7,4 miliardi di euro circa al cambio odierno. Di questi, un terzo è stato assegnato alla costruzione di nuovi stadi e due terzi sono stati invece destinati a migliorare le infrastrutture e i trasporti. Ciò significa che l’investimento preventivato inizialmente valeva circa l’1% del pil brasiliano su base annua anche se ovviamente la spesa era spalmata su un arco di tempo superiore. In termini relativi, quindi, lo sforzo del governo di Brasilia sarebbe stato superiore al budget di investimento dei Mondiali tedeschi del 2006 (circa lo 0,3% del pil) e in linea con quanto stanziato dal governo sudafricano nel 2010, lo 0,8% del pil, se l’ammontare inizialmente stanziato fosse stato investito per intero. Tuttavia, continua Milano Finanza, le stime dello stesso governo brasiliano suggeriscono che solo due terzi dell’investimento inizialmente preventivato si sono effettivamente realizzati. Inoltre, le stesse stime suggeriscono che qualsiasi aumento della crescita legato a investimenti per la Coppa del mondo si è ormai già concretizzato. Quindi la conclusione è che non bisogna attendersi un’accelerazione del pil da questo fattore nel periodo della competizione.