Ecco a Voi il Wrestling dei Matematici: Mathfights

Un timer scandisce il tempo in alto a destra, veloce, inesorabile, cerca di mettere fretta ai nostri neuroni a dire il vero un po’ arrugginiti. Ogni domanda, a risposta multipla, è risposta simultaneamente dai due giocatori. Il più veloce, se risponde correttamente, porta a casa 100 punti, il più lento 50. Per le risposte sbagliate sono previste delle penalità di 25 punti. Il punteggio viene poi sommato ai proprio coins, mentre il proprio punteggio giocatore, con un sistema simile a quello ELO degli scacchisti, sale e scende in base alla propria forza e a quella dell’avversario.

Per chi non si sentisse ancora pronto ad affrontare l’arena, c’è la sezione Practise, una palestra ancora più difficile, studiata apposta per forgiare dei MathFighters imbattibili. Esercizi come Survival, 1 minuto di tempo per rispondere a più domande possibili finchè non si sbaglia, e CountDown, con 10 minuti di tempo, quesiti più complessi e solo 3 errori permessi, sono davvero una appassionante sfida con se stessi.