LG V30: il Telefono di IFA 2017

Non da meno è il comparto audio, sviluppato in collaborazione con Bang&Olufsen che fornirà anche le cuffie B&O Play fornite in confezione con V30. Il DAC a 32bit infatti consentirà presumibilmente un’esperienza audio in cuffia ai vertici della categoria. Il DAC infatti consente di “convertire” il file audio digitale, solitamente a 8 o massimo 16bit, in un segnale audio a 32 bit, quindi con una qualità percepita estremamente superiore, molto vicina a quella del vinile.

lg v30 3

V30 vanterà anche un sistema di riconoscimento vocale in grado di interagire, finalmente anche per l’Italia, con Google Assistant.

Sotto il bellissimo involucro di V30 batte, finalmente, lo Snapdragon 835 tanto invocato su G6, coadiuvato da 4GB di memoria RAM, e qui qualcuno potrebbe dire che alcuni dispositivi ne hanno 6 o addirittura 8, ma sappiamo che è importante la gestione che ne viene fatta e su questo fronte non ho notato problemi di sorta.

La memoria interna è l’unica caratteristica che distingue V30 da V30+, i quali monteranno rispettivamente 64 e 128gb di memoria interna di tipo UFS e, come ci ha spiegato il product manager Raffaele Cinquegrana, questa volta l’Italia non sarà un mercato secondario, anzi, saremo l’unico in cui arriveranno sin da subito entrambi i modelli, senza alcuna limitazione rispetto ai modelli venduti in Corea.

E, proprio come i modelli venduti in Corea, avremo anche noi finalmente la ricarica wireless, oltre alla ricarica normale che supporta lo standard Quick Charge 3.0 di Qualcomm. Come G6, anche il V30 ottiene la certificazione IP68 contro acqua e polvere.

LG V30 arriverà sul mercato tra metà e fine ottobre con Android Nougat preinstallato ma con la promessa di ricevere Android 8 Oreo in tempi brevi. Il prezzo? Non è ancora definito ma, a detta dei product manager, sarà “premium”, comunque sotto 1000 €.