L’Invenzione che Stampa il Futuro

L'unico attuale limite alle stampanti tridimensionali è il loro costo, comprensibilmente elevato. Sappiamo tuttavia che i ritmi del progresso nel mondo tecnologico-informatico sono a dir poco rapidi, a tal punto che nell'arco di pochi mesi il prezzo di un determinato prodotto cala sensibilmente. Questo fenomeno caratterizza inevitabilmente anche il settore delle stampanti 3D, quanto meno quelle ad uso personale; tant'è che il loro prezzo è in continua diminuzione, anche se, va detto, non tale da permetterne una diffusione massiccia.

Da qualsiasi prospettiva la si guardi questa nuova tecnologia è un'autentica rivoluzione, per quanto silenziosa. Solo quando il tempo farà sì che essa smetta di rimanere “in sordina” e decida di parlare potremo percepire la sua dirompente forza. Come in un domino, quasi ogni attività umana risentirà, senza alcuna possibilità di opposizione, del suo effetto, dando vita ad un'ulteriore fase del capitalismo, o forse decretandone la fine; stravolgendo le logiche economiche, una volta cambiato il concetto di produzione, quelle sociali, mutato quello di lavoro manuale, ed, infine, culturali, costituita una nuova accezione del termine creazione. In definitiva dimenticheremo le classiche stampanti di immagini e parole per accogliere stampanti di realtà.