Peer-to-Peer (P2P) Lending: Il Credito Senza la Banca

Smartika opera dal 2012 ed ha finora erogato 2200 prestiti per un totale di 12 milioni di euro; sulla piattaforma risultano 5800 prestatori attivi, numero in forte crescita. In un’ intervista a Repubblica, il fondatore Maurizio Sella riconosce le difficoltà attraversate per arrivare ad operare in Italia ma non dimentica che l’ autorizzazione ad operare nell’ intera UE rappresenta un’immensa opportunità di espansione.

Le caratteristiche del P2P lending ben si sposano con l’attuale scenario finanziario sud-europeo: un’accentuata disintermediazione non può che fare del bene al sistema, rendendolo più diversificato e resiliente in caso di crisi finanziaria. Esistono tutti i presupposti per creare una situazione “win-win” a favore di risparmiatori e prenditori a prestito. Tuttavia sarebbe auspicabile che la Banca d’Italia, pur sempre svolgendo attenti controlli, non soffochi di procedimenti burocratici lunghi e costosi lo spirito di iniziativa dei molti imprenditori disposti ad investire nel settore, che ci auguriamo possa crescere competitivo a livello nazionale ed europeo.