Perché gli Usa sono la Patria dei Miliardari “Self-made”

Il secondo elemento da considerare è la semplicità delle normative che regolano il lancio di nuove attività. Gli USA sono infatti quarti nella classifica 2013 dell'Ease of Doing Business Index, preceduti soltanto da Singapore, Honk Kong e Nuova Zelanda. Questo indice considera fattori quali il tempo ed il capitale minimo necessari per avviare un business, oltreché le procedure per acquistare proprietà, per ottenere permessi e per gestire un eventuale fallimento. Anche combinando questi dati, il ritratto che emerge degli Usa è molto favorevole per chi vuole dare vita ad una propria attività.

A ciò, bisogna aggiungere che gli Stati Uniti sono il centro della finanza mondiale e quindi il luogo migliore dove ricercare un accesso a nuovi capitali. Stando sempre alla ricerca di Ernst & Young, il mercato finanziario satunitense è “efficiente ed altamente fluido” ed accompagnato da una grande possibilità per i business innovativi di reperire fondi tramite grandi investitori, banche specializzate e piattaforme di crowdfunding. Il tutto all'interno di un contesto che investe una buona parte del PIL in ricerca e sviluppo, meno soltanto di Giappone e Corea del Sud.