Prospettive Cinesi, Tornare a Scuola di Normalità

La flessione è incontrovertibile, per una serie di ragioni. La principale sta proprio nella forza espansiva mostrata dalla Cina nell’ultimo decennio, in particolare durante la crisi scatenata dal crack di Lehman Brothers, quando per evitare i postumi della tempesta deflagrata negli States il governo ha optato per una decisa espansione del credito, una pioggia di liquidità che è andata ad annaffiare in particolare il mercato immobiliare. Grandi complessi di appartamenti, fabbriche, industrie ad alta densità di capitale: la Cina cresceva, mentre gli altri si ridimensionavano. Ma la cementificazione massiccia è un problema che prima o poi doveva essere affrontato: resistere alla tempesta recessiva ha un costo; l’essere addirittura cresciuti, chiaramente, potrebbe essere un balzello molto gravoso. I danni della terapia cinese iniziano a emergere: il mercato immobiliare inizia a soffrire, come segnala la flessione dell‘1,1% del costo delle nuove case in 70 città cinesi, riportata dal National Breau of Statistics of China.