Torre Isozaki, l’Edificio Più Alto d’Italia E’ Stato Progettato da un Pool di Trentenni

La vicenda dello studio Iorio è certamente eccezionale e del tutto originale, ma, forse, proprio per questo andrebbe presa a  modello per un nuovo sviluppo nel nostro Paese. L’esempio di come un gruppo di ragazzi appena usciti dall’università, con la leggerezza e la lungimiranza che li caratterizzano, possano creare una realtà solida, che non si accontenta delle briciole ma che punta in alto, ai progetti più importanti d’Italia con anche il coraggio di inserirsi nel mercato internazionale (progetti in Portorico, Stati Uniti, Repubblica Dominicana, Romania, Spagna, Emirati Arabi, Madagascar, Nigeria e Brasile portano la loro firma), e che nonostante la crisi, aumenta di anno in anno il proprio fatturato.

Non bisogna, tuttavia,  sottovalutare il merito della committenza, che ha avuto il coraggio e l’apertura mentale di non affidarsi a qualche famoso studio internazionale, ma di puntare su di una struttura giovane e poco conosciuta, ma assolutamente preparata e all’avanguardia. Grazie a questo progetto, ora lo studio bergamasco può guardare al futuro con aspettative ancora più rosee, e noi non possiamo che sperare che il loro esempio venga preso come modello su scala nazionale.