La trasformazione digitale

tecnologie digitali

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/customer/www/smartweek.it/public_html/wpsw/wp-content/plugins/the-moneytizer/core/core_lazy_loading.php on line 47

Il mondo cambia continuamente e, che ci piaccia o meno, in modo sempre più rapido: ciò che era impensabile anche solo qualche decennio fa, è oggi una realtà senza la quale non possiamo più vivere. Ovviamente con l’avvento della tecnologia questo processo inarrestabile ha subito una accelerazione notevole, stravolgendo del tutto le nostre vite e le nostre abitudini, e rendendo insostituibili delle soluzioni che in poco tempo sono entrate nelle nostre vite. L’esempio più banale e più evidente è quello legato alla rete internet e all’utilizzo di apparecchi come gli smartphone e i tablet, che ci consentono di essere sempre connessi, di poter accedere ai nostri archivi e ai nostri documenti da qualsiasi posto in cui ci troviamo, potendo archiviare documenti ed immagini, aprire file, modificarli ed eventualmente condividerli con i nostri colleghi, con i clienti o con i fornitori.

L’arrivo dell’era digitale

Il mondo digitale ha messo intere generazioni di fronte ad un cambiamento epocale, sia in ambito privato che da un punto di vista lavorativo: per quanto riguarda la classica vita casalinga, non vediamo più la nostra buca delle lettere piena di comunicazioni, bollette, documenti e i nostri armadi e i nostri scaffali si stanno liberando dei classici raccoglitori o portadocumenti. Oggi la maggior parte delle nostre utenze e del materiale ci giunge per via telematica, e possiamo conservare tutto sui nostri hard disk. Ovviamente consigliamo sempre a chiunque di conservare delle copie di backup fisiche o di avere degli archivi online.

Come cambia il mondo del lavoro

Tutto questo ha un senso decisamente amplificato in ambito lavorativo: è cambiato in modo radicale il nostro approccio al lavoro. Innanzitutto possiamo (e dobbiamo) archiviare tutto il materiale, i documenti relativi ai clienti, ai fornitori, al work in progress, le nostre attività devono essere catalogate e archiviate in modo sistematico e con un metodo ordinato e preciso che ci consenta di risalire in modo facile e intuitivo, anche dopo molto tempo, ai singoli file. Oltre a questa tipologia di cambiamenti, che in cambio di un piccolo sforzo di attenzione in fase di archiviazione ci restituisce un enorme risultato in termini d tempo ed energie spese in fase di ricerca, un altro grande vantaggio che possiamo trarre da questo nuovo modo di lavorare è la estrema facilità di condivisione dei singoli elementi con pochi piccolissimi gesti.

Per fare tutto questo e per ottimizzare il nostro lavoro è necessario rivolgersi a ditte specializzate, come ad esempio https://www.gruppocmtrading.it/, in grado di supportarci con programmi capaci di ottimizzare la fase di archiviazione e rendere immediata quella di condivisione.