Chi è Donald Bren, il Secondo Donald più Ricco d’America

A partire dai primi introiti ottenuti, ha costruito e trasformato molte case, sfruttando il particolare momento storico: si trattava del boom immobiliare di Orange County. Il progetto più importante in quel periodo fu sicuramente lo sviluppo urbano di 4.000 ettari a Mission Viejo in California.

Nel 1970 la società fu acquisita da International Paper Co. per 34 milioni di dollari ma solo due anni dopo, con il favore della recessione, Bren riuscì a riottenerla per 22 milioni: che avesse previsto il futuro?

Non si fermò però qui, e riuscì quasi due decenni dopo a estendere il suo progetto in un'ottica più ambiziosa di quella che ormai era la sua contea. Parliamo di Irvine Ranch, proprietà di oltre 37.000 ettari, che acquistò con altri cinque azionisti, per poi diventarne l'unico proprietario nel 1996, con un esborso di quasi 80 milioni di dollari.

Irvine Ranch

Tuttavia, la sua opera si distingue anche per un impegno sociale ed ambientale: ben 23.000 ettari di terreno furono infatti destinati a diventare un'area protetta, riconosciuta ufficialmente nel 2006 (ottenendo il National Natural Landmark status).

Nel 2009 è stato per questo inserito al nono posto della Green Rich List del Sunday Times, la lista dei 100 uomini più ricchi al mondo che investono capitale in business e tecnologie verdi.

Anche se un Donald oggi ricopre un importante posto in politica, l'America può ancora vantare un grande tycoon con lo stesso nome al fuori dalla Casa Bianca.