Le Aziende Italiane Inserite nella Classifica del Financial Times

Si chiama Caffeina ed è una delle sedici emiliane nominate dal Financial Times. Non si tratta di una società specializzata in torrefazione ma di un'agenzia digitale che si occupa di comunicazione digital, social e media delle più grandi aziende. Fondata da tre ex studenti dell'Università di Parma nel 2011, Caffeina ha chiuso il bilancio nel 2015 fatturando 1,63 milioni di euro: una crescita, rispetto al 2012, del 1.092%.

caffeina

 

L'unica casa di produzione della TV italiana nominata in 1000 Europe's Fastest Growing Companies è Pesci Combattenti, un'azienda fondata da Cristiana Mastropietro, Riccardo Mastropietro e Giulio Testa nel 2005. La società ha registrato un aumento dei ricavi del 758% dal 2012 al 2015, con un tasso di crescita annuale pari al 104,8%. I format più famosi ideati da Pesci Combattenti? Unti e Bisunti con protagonista Chef Rubio e Selfie - Le Cose Cambiano di Simona Ventura.

chef rubio

Si chiama Natural Food ed è la prima azienda italiana dedicata al cibo inserita dal giornale inglese nella classifica. La società, fondata nel 2009, si occupa di produrre alimenti sostitutivi del pane con ingredienti vegetali, vegani, senza glutine e bio. L'impresa, secondo quanto riportato dal Financial Times, ha registrato un aumento di fatturato pari al 894% nel periodo analizzato.

piadina

Queste aziende testimoniano che la ricchezza di un paese, a volte, non è da ricercare nei grandi nomi ma nelle realtà nascoste, quelle realtà che riescono a crescere grazie a impegno e qualità.