Milano e Roma tra le città più innovative d’Europa

milano roma, innovative

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/customer/www/smartweek.it/public_html/wpsw/wp-content/plugins/the-moneytizer/core/core_lazy_loading.php on line 47

Milano e Roma sono tra le città più innovative d’Europa, con il capoluogo lombardo al 18° posto e la Capitale al 29°, a stabilirlo è il report “Innovation Geographies” realizzato da JLL, società attiva nella consulenza specializzata per il settore immobiliare e nella gestione degli investimenti.

Lo studio copre più di 100 città, a livello globale, e analizza un’ampia gamma di fattori, con l’obiettivo di classificarle in base alla loro capacità di investire in ricerca e sviluppo, e di attrarre talenti, elementi che hanno un impatto importante sul panorama internazionale del mercato immobiliare, così come sulle scelte degli investitori.

L’indice di innovazione è elaborato sulla base di indicatori quali gli investimenti esteri diretti in alta tecnologia, la spesa in ricerca e sviluppo, la domanda di brevetti internazionali. L’indice di concentrazione dei talenti invece prende in considerazione tra gli altri il numero e la qualità degli atenei, la percentuale di studenti universitari e il tasso di occupazione nel settore tecnologico.

Milano e Roma si distinguono nella graduatoria europea dell’innovazione per motivi diversi.

Il capoluogo lombardo supera la capitale grazie ad un maggiore volume di investimenti stranieri diretti: nel periodo 2015-2018 il 30% di essi ha riguardato il settore high tech, contro il 27% registrato nella capitale.

Gli occupati in ambito high tech risultano a Roma in linea con la media globale (9,1%) mentre a Milano hanno raggiunto il 10,9%.

A Milano il 66% degli investimenti sono stati dedicati alle tecnologie ICT e alle infrastrutture internet; a Roma questa percentuale si attesta al 60% seguita dagli investimenti per software e IT.

Milano risulta 36° a livello globale per numero di brevetti registrati tra il 2015 e il 2017 (sono 1.359). Decisamente più indietro Roma che con 492 brevetti resta al 75° posto nella classifica mondiale.

“A livello nazionale Milano è la città italiana in cui si è investito maggiormente in ricerca e sviluppo, pertanto si è consacrata negli ultimi anni quale centro di innovazione e crescita, capace di attrarre un costante afflusso di capitali esteri. Roma ospita le sedi di numerose aziende e si distingue per l’elevato numero di studenti universitari”, commenta Pierre Marin, CEO di JLL Italia. “Osserviamo con interesse questi fenomeni, in quanto la capacità di favorire l’innovazione ed attrarre talenti risulta al giorno d’oggi cruciale per essere competitivi nel mercato immobiliare e rientrare nel mirino degli investitori”.