Risorse Smart: la Start up Italiana Verde, Molto Rosa e Tanto Tech

Quello che per le aziende agroalimentari rappresenta uno scarto e che quindi ha un costo di smaltimento, per  altre aziende può diventare fattore produttivo per generare energia, biocombustinbili, bioprodotti e nutrienti per il territorio come energy, biomethane, byproducts e digestato.

È proprio quest ultimo, il digestato, la vera opportunità per la Silicia e non solo. Permetterebbe, infatti, di ripristinare la fertilità dei terreni agricoli,  apportando sostanza organica su suoli ormai da anni sfruttati con continui cicli colturali e mai reintegrati.

Una piattaforma ICT al centro di questo mondo, per sviluppare un servizio innovativo, ad altro contenuto tecnologico. “Dimmi cosa scarti e ti dirò cosa possiamo creare” è un po’ il leitmotiv delle quattro ragazze. Residui della spremitura degli agrumi, della molitura delle olive, scarti di potature, paglia di cereali sono solo alcuni dei rifiuti-risorse che la start up intende utilizzare.

risorse smart 2

Il settore agroalimentare produce scarti in diverse fasi del processo di produzione. Scarto che se rilasciato in maniera incontrollata, diventa rifiuto che in casi estremi è sinonimo di problema ambientale e sociale. Una potenziale difficoltà che Risorse Smart vuole trasformare in opportunità.