I Servizi Finanziari Online Potrebbero Aiutare Le Nazioni in Via di Sviluppo

McKinsey afferma inoltre che garantendo a questa persone l'accesso ai servizi utilizzando smartphone e internet il PIL delle nazioni interessate avrebbe un incremento di 3.7 trilioni di dollari entro il 2025, corrispondente a circa il 6% del PIL totale attuale. Qui sotto riportiamo le stime dell'aumento del PIL nei diversi paesi:

Asia Meridionale: +11%

Sud-Est Asiatico: +8%

Africa e Medio Oriente: +7.4%

America Latina: +5.8%

Est Europa e Asia Centrale: +5.1%

Cina: +4.2%

Circa due terzi della crescita economica sarebbe causata dalla crescente produttività dovuta all'utilizzo di pagamenti digitali invece che dal denaro contante e di archivi elettronici invece che carta. Nei paesi del terzo mondo infatti, solo il 10% dei pagamenti viene effettuato digitalmente, contro il circa 55% del Regno Unito. Viene inoltre stimato che in India si perdono ogni anno circa 2 miliardi di dollari di potenziali entrate solamente a causa del tempo usato dalle persone per andare in banca. Il resto del guadagno arriverebbe dagli investimenti attirati dalla migliore accessibilità del sistema.

Il report suggerisce che i benefici andrebbero addiritura oltre l'ambito finanziario. Oltre a creare 95 milioni di potenziali posti di lavoro, l'accesso ai servizi di base ridurrebbe le diseguaglianze, la povertà e anche la corruzione degli organi governativi.

Miliardi di persone nelle economie emergenti - riporta lo studio - possiedono un dispositivo mobile che potrebbe connetterli direttamente con il sistema di pagamento nazionale, stanno solo aspettando che i governi creino le necessarie infrastrutture”.

Il problema non sono i mezzi, perchè esistono già. Nel 2014 circa l'80% degli adulti dei paesi interessati possedeva uno smartphone con accesso ad internet. Ciò che manca ancora, sono le infrastrutture necessarie ad attuare un piano del genere.