Volo Londra-NYC total green (SAF), pietra miliare per l’aviazione civile

Volo Londra-NYC total green (SAF), pietra miliare per l'aviazione civile

È la compagnia aerea Virgin Atlantic ad aver effettuato il primo volo intercontinentale commerciale totalmente con carburante per aviazione sostenibile (SAF).

Da Heatrow al JFK: la Virgin si è aggiudicata il vantaggio, perlomeno psicologico, di essere la prima linea aerea ad aver effettuato un volo tra diversi continenti alimentato esclusivamente grazie a carburanti ecologici, in una sfida che interesserà più vettori aerei nel prossimo futuro.

La ricerca della sostenibilità nei trasporti non riguarda ormai solo la via terra (vedi il boom delle auto elettriche e ibride) o la via mare (vedi i progressi nel business del bunker ecologico) ma ormai da anni ha investito anche le compagnie aeree. Virgin ha testato positivamente su un Boeing 787 un volo di lunga distanza alimentato esclusivamente con SAF, un insieme di oli, grassi animali e scart di mais. Un costoso composto, in quanto ha un prezzo tra le 3 e le 5 volte superiore a quello del classico cherisene. Il fine è chiaramente quello di ridurre le emissioni, spina nel fianco di chi opera nel mondo contemporaneo, finalmente sensibile alla sostenibilità ambientale.

Piu vettori si sono detti interessati al SAF: Virgin stessa, British Airways e Air France hanno affermato di volerne utilizzare il 10% entro il 2030 ed arrivare al 65% nei successivi venti anni. Critici gli ambientalisti di Stay Grounded che hanno parlato dell’operazione di Virgin Atlantic quale attività di greenwashing.

 

Avevamo già parlato dell’ambito carburanti (non green) in questo articolo.

Daniele Errera

Scrivo per giornali da oltre 10 anni. Nel 2015 e 2018 ho pubblicato due libri. Negli ultimi anni produco contenuti per aziende appartenenti a differenti settori.

Articoli Correlati