I Social Network hanno Ucciso le E-mail?

Nell’era dei social network e delle intranet aziendali evolute, anche per le imprese, assume importanza un fattore su tutti gli altri: il tempo reale. E proprio per questo le caratteristiche dei social network, tra cui le chat di instant messaging, sovrastano per comodità di utilizzo tutte gli altri possibili strumenti a disposizione dei dipendenti nel comunicare tra loro. I social inoltre costringono a un ripensamento del modello di intranet aziendale tradizionale finora adottato dalle società, proponendosi come soluzione alternativa e spesso più apprezzata.

Questo è quanto emerge dalla ricerca “Digital Workplace Trends 2012” condotta da Net Strategy/JMC su un campione di 456 aziende statunitensi di diverso settore, una scoperta di nuovi metodi di comunicazione tra divisioni orientata al risparmio di tempo e energie. Ma anche in Italia si avvertono gli effetti di tali conseguenze: società come Atos o Banca Monte dei Paschi di Siena hanno scelto definitivamente di sostituire le email interne aziendali con live chat e Wiki d’impresa. Il perché di questa svolta non è difficile da comprendere, dobbiamo pensare infatti che in media un impiegato aziendale perde circa 2 ore del proprio tempo (circa il 28% della settimana lavorativa!) a rispondere e sfoltire circa 115 mail rendendo così più difficile gestire la casella di posta. Dal lato della sicurezza l’e-mail resta più vulnerabile di una piattaforma social, potendo essere più facilmente colpita da spam, virus ecc. Non solo, lavorare esclusivamente via mail è sempre più percepito come poco collaborativo: utilizzando le mail è molto complicato monitorare contemporaneamente il lavoro dei colleghi, ricevere e dare feedback, operare in team work.