Manipolazione e Distorsione delle Informazioni: Italia al 14esimo Posto

Per comprendere meglio da dove si creano queste distorsioni, è utile analizzare il funzionamento che rende un fatto notizia. La notiziabilità di un evento corrisponde alla “produzione di rappresentazioni sociali della realtà” e la definizione in se stessa già comprende la possibilità della manipolazione volontaria e non. La selezione delle informazioni avviene in base a criteri sia professionali che organizzativi, i quali, quando utilizzati proceduralmente, producono delle distorsioni involontarie (Unwitting Bias) che coinvolgono i processi di raccolta, selezione e presentazione delle notizie. Secondo la routine, ciò che “fa” notizia è ciò che può essere lavorato senza essere suscettibile ad ulteriori alterazioni.

Perception_IGNORANCE-RANKIN