Chi è Mohammed bin Salman, il più Giovane Erede al Trono dell’Arabia Saudita

GUERRA, PETROLIO ED ECONOMIA

Il Ministro della Difesa Mohammed bin Salman si trova sin da subito costretto a prendere importanti decisioni: solo due mesi dopo aver assunto la nuova carica, nel marzo del 2015, il principe decide di dare il via all'operazione Decisive Storm, una campagna militare che punta a fermare le minacce degli Houthi sciiti sostenuti dall’Iran, ribelli che avevano già assunto il controllo militare del porto di Aden e della capitale yemenita, Sana’a.

Mohammed ha cercato, inoltre, di farsi promotore di una nuova economia, distaccandosi dal mercato dell'oro nero che da sempre rappresenta il 90% delle entrate del Paese. Con il pezzo del petrolio al barile che continua la sua discesa, il grande piano Vision 2030 presentato dallo stesso principe potrebbe salvare l'Arabia Saudita dal tracollo finanziario.

saudia-vision-2030
I punti centrali della proposta riguardano la trasformazione della Saudi Aramco, la compagnia petrolifera del regime, oggi la più potente al mondo, in una holding, la costituzione di un fondo sovrano da 2000 miliardi di dollari per stimolare la crescita del territorio in settori non petroliferi come il turismo e l'intrattenimento, pesanti tagli ai sussidi e la razionalizzazione delle spese militari.

Se le condizioni illustrate in Vision 2030 saranno rispettate, l'economia del regno diventerà indipendente entro il 2030 dalla produzione e dal prezzo del petrolio.

L'ASCESA A PRINCIPE EREDITARIO E IL FUTURO DELL'ARABIA SAUDITA

Il 21 giugno del 2017, re Salmān nomina ufficialmente Mohammed bin Salman come principe ereditario, sottraendo la carica mantenuta fino a poco tempo fa dal cugino Mohammed bin Nayef. Lo stesso giorno il neoeletto ha prestato giuramento in preghiera nel Palazzo al-Safa a La Mecca.

murales arabia
La sua nomina, confermata da 31 dei 34 membri del Consiglio di Fedeltà, afferma come Mohammed sia ben visto sia dal popolo che dal governo. Stando a quanto riportato dai media popolari sauditi, infatti, il principe ereditario è amato dai cittadini, specialmente dai più giovani, che vedono nella figura del primogenito una persona capace di governare il Paese.

Il 31enne vanta inoltre amicizie internazionali molto influenti: ultimo, ma non per importanza, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, schieratosi apertamente dalla parte dell'Arabia Saudita nella guerriglia conto l'Iran.

Trump mohammed
È sì ancora presto per dirlo, ma il giovane Mohammed bin Salman sembra avere tutte le carte in regola per guidare il Paese: la rinascita dell'economia saudita potrebbe rappresentare il più grande scoglio ma anche il più importante successo ottenuto dal regno sin dalla sua nascita. E, aspetto da non dimenticare, obiettivo che potrebbe essere raggiunto dal più giovane principe ereditario della corona di sempre.