La mission di Art Stories: Far Conoscere l’Italia ai Bambini, Giocando

Che cosa differenzia dunque ArtStories da ciò che era prima presente sul mercato?

Il nostro approccio a questo progetto è stato verticale: siamo partite dagli edifici simbolo della nostra città Milano, capitale uscente di Expo 2015. Abbiamo inaugurato la linea di prodotto con un’applicazione sul Castello Sforzesco, un prototipo molto strutturato che fin dalla sua pubblicazione su Appstore ha registrato un numero straordinario di download, posizionandosi in brevissimo tempo tra le migliori nuove app dello Store ed ottenendo il riconoscimento come una delle migliori app per visitare Milano durante Expo. Successivamente ArtStories ci ha portate a realizzare una seconda app sul Duomo- simbolo per eccellenza di Milano- veicolata dalla “veranda fabbrica del duomo” come contenuto digitale per le famiglie.

Pochi mesi fa abbiamo realizzato su commissione per il Comune di Milano un’ app su Palazzo Marino, un prodotto differente rispetto ai due precedenti: un ibrido tra la storia del palazzo e l’educazione civica. Da poco meno di un mese è uscita la nostra nuova app in partnership con il MUBA, il museo dei bambini della rotonda della Besana, anch’essa subito selezionata da Apple tra le migliori nuove uscite in Italia e featured anche in Cina. Il nostro obiettivo successivo sarà sicuramente mappare i musei e i monumenti di tutta Italia orientandoci verso altre grandi città d’arte: Firenze, Roma e anche il sud Italia dove c’è tantissimo da illustrare.

app artstories

Da chi è formato il vostro team?

Il nucleo della nostra èquipe siamo noi due, ma essenziali per il progetto sono il nostro sviluppatore e le numerosissime personalità professionali che ci supportano nella creazione dei nostri contenuti digitali. A ogni app lavorano un illustratore, 3 attori, un tecnico del suono, un traduttore: tutti liberi professionisti creativi. Ci riteniamo fortunate perché abbiamo trovato persone che si sono rivelate molto interessate all’idea che stavamo sviluppando e che hanno apportato contenuti e materiali di ottima qualità. L’unicità della nostra app risiede anche in questo: nelle illustrazioni realizzate da giovani artisti emergenti, che ci stanno accompagnando in questo tour artistico italiano. Come scelta editoriale infatti abbiamo ragionato su una tipologia di illustrazioni ricercate, optando inoltre per una scelta di linguaggio stimolante nei dialoghi tra i personaggi delle nostre applicazioni. Non vogliamo un linguaggio che appiattisca, ma piuttosto che crei elementi di riflessione linguistica inducendo i bambini a giocare con le parole, arricchendo il loro vocabolario.