Buona Scuola, le Tre Caratteristiche Principali che un Insegnante Deve Avere

Ognuno di questi tre punti lo reputo intrinsecamente connesso all’altro e fondamentale affinché un insegnante possa essere considerato tale. Solo il mix di queste tre caratteristiche può far sì che gli studenti, anche quelli più scapestrati, vengano stuzzicati e incuriositi al punto da far nascere in loro l’interesse e l’attenzione. Ho ricordi ancora molto nitidi della netta differenza che potevo constatare tra i docenti che sembrava si trovassero dietro alla cattedra solo perché c’erano finiti per cause avverse e quelli che, invece, qualsiasi cosa di cui ti parlassero – fosse la composizione dell’atmosfera terrestre o una tragedia shakespeariana –già solo attraverso lo sguardo riuscivano a trasmetterti la gioia che provavano e l’impellente desiderio che avevano di condividere la propria conoscenza con gli altri, anche attraverso aneddoti e curiosità, trasformando ogni lezione in una sorta di viaggio avventuroso attraverso il sapere.

Ho sempre considerato il mestiere dell’insegnante pari a quello del medico, in quanto entrambi vere e proprie vocazioni e doti innate, quindi, meritevoli del più alto rispetto.  Ma, proprio perché dote e vocazione, non tutti sono portati all’insegnamento. Prendere coscienza di questo, a volte, può essere difficile.