Cibo Pugliese, Vino e Buona Musica, Intervista a Francesca D’Agnano e Pietro Caroli

Siete una coppia nella vita reale come sul web: chi si occupa di cosa sul blog?
FRANCESCA: "I ruoli si sono delineanti naturalmente e per ovvi motivi: Pietro cucina per passione e gli riesce molto bene, io cucino per necessità e mi riesce molto male. Quindi lui si diletta nella preparazione dei piatti componendoli con spiccato senso estetico e io li racconto attraverso le foto e le parole. Siamo perfettamente equilibrati e organizzati".

trippa singerfood
Pietro, oltre che vantare un blog di successo, oggi può dire di aver realizzato il suo sogno: “Trippa”. Come nasce questa trattoria? Quali le persone che ti hanno aiutato a realizzare questo progetto?

PIETRO: "Trippa nasce due anni fa, dopo molti mesi di organizzazione e programmazione, lavori e fatica, senza mai perdere ottimismo e sorrisi. Ho sempre coltivato il desiderio di aprire un ristorante, ma non ho mai avuto il coraggio di farlo fino al giorno in cui, quasi per scherzo, abbiamo iniziato a parlarne insieme a Diego Rossi, cuoco talentuoso e caro amico, che proprio in quel periodo aveva terminato la sua esperienza da chef stellato a Cuneo. Abbiamo unito le nostre competenze ed esperienze, non abbiamo mai smesso di credere nel progetto e siamo riusciti a trovare tutte le figure professionali che ci hanno portato fin qui, alla Trattoria Trippa, che oggi non siamo i soli ad amare".

Quali gli obiettivi finora raggiunti di cui andate fieri?
FRANCESCA: "Sicuramente siamo felici dei tanti riscontri che i lettori quotidianamente hanno piacere a condividere, della loro gioia quando realizzano una delle nostre ricette pugliesi e dell'interesse che dimostrano seguendoci sui social. Quello di cui siamo più fieri è, invece, la possibilità di riuscire nel nostro piccolo a veicolare contenuti e messaggi che riteniamo importanti, che riguardano piccole realtà produttive così come onlus che operano in diversi ambiti. Se la parola influencer deve proprio essere usata, vorremmo fosse efficace in queste due ultime circostanze".

Quali i progetti per il futuro che non vedete l’ora di realizzare?
FRANCESCA: "La Puglia è la nostra terra, amiamo Milano e le opportunità che ci ha dato, ma il sogno è quello di realizzare qualcosa vicino al nostro mare, baciati dal sole e dalla luce dei paesi del Salento, respirando l’aria della nostra infanzia. Chissà. Staremo a vedere se il blog e l’esperienza che stiamo maturando con il ristorante non siano solo l’inizio di un progetto più grande".

credits: Marco Varoli
credits: Marco Varoli

Quali i consigli che volete dare a chi, come voi, vorrebbe utilizzare il web come mezzo per far conoscere a tutti la propria passione e il proprio talento?
FRANCESCA: "Il consiglio che vogliamo dare è quello più banale: scrivete, fotografate e raccontate sempre per il piacere di farlo, se lo volete, trasformatelo in un lavoro e alimentatelo con serietà, ma impegnatevi affinché ci sia sempre un po’ di voi, delle passioni e degli interessi che vi caratterizzino, senza far prevalere la spersonalizzazione",

Il vino che avete sempre in tavola?
FRANCESCA: "Se a tavola ci fosse seduto solo Pietro i vini sarebbero tanti, ognuno proveniente da una zona diversa e ricco di storia. Se siamo seduti insieme, sicuramente sarebbero bollicine".

Domanda agli esperti: quale il vostro piatto preferito?
PIETRO: "Spaghetti al pomodoro preparati a regola d’arte, con materie prime d’eccellenza"
FRANCESCA: "Panzerotti fritti, orecchiette con le cime di rapa e focaccia barese. Posso continuare o mi fermo qui? Di solito non mangio mai un solo piatto".